CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como non si ferma, ma adesso preoccupa l’influenza: tre out

Più informazioni su

Infermeria affollata per il malanno di stagione. Ma anche Binda lavora a parte per un problema alla caviglia. Ieri partitella in famiglia a ritmi elevati.

Mentre il mondo del calcio è in subbuglio e ci si interroga sul futuro dopo i tragici fatti di Catania le squadre vanno avanti col lavoro. Non ci si ferma in attesa di sapere esattamente quali novità investiranno il gioco. Anche a Orsengo il Como, pur nello choc, continua a lavorare. Gli allenamenti vanno avanti: “Abbiamo recuperato dall'influenza Franchetto e Ortelli – spiega il team manager Mascetti – ma il malanno adesso è passato a Gavazzi Cardamone e Bernardi". Difficile sapere se recupereranno in tempo. “Non si sa ancora se ci saranno o no per domenica – spiega il dirigente –  il mister valuterà se convocarli o concedere una settimana di riposo.”
Ma non è solo l’influenza ad azzoppare la squadra. “E’ bloccato anche il difensore centrale Binda – conclude Mascetti – per distorsione alla caviglia sinistra, ha fatto solo palestra". Ieri, intanto, la squadra ha giocato una partitella dai ritmi alti, improntata molto sull'agonismo e sulla pressione sulla palla.

Più informazioni su