CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Sinigaglia a norma, ma io voglio vedere un calcio più pulito…”

Più informazioni su

Parla il presidente del Como Angiuoni. "Nessun problema con l'agibilità del nostro stadio. Quello che mi rammarica è vedere tanti ragazzi giovani venire alla partita ubriachi. Questo sport è bello, non roviniamolo così!".

La morte di un agente di polizia a Catania durante uno scontro coi tifosi spinge l’intero mondo calcistico a una profonda e seria riflessione sulla realtà degli stadi, sul senso del gioco e dello sport, sulla sicurezza. Ne è consapevole il presidente del Como Enzo Angiuni che a pochi giorni dalla tragedia ha voluto condividere con la redazione alcune riflessioni. 

Dopo Catania il mondo del calcio è sconvolto,tutto sospeso, come state vivendo questi giorni? Sicuramente molto dispiaciuti per quello che è successo perchè queste cose non devono succedere, lo sport è vita e non è morte. Per quanto riguarda il prosieguo del campionato speriamo che si riprenda al più presto senza più violenze.

Siamo pronti a darci malati sempre, ad un ammutinamento pur di non fare ordine pubblico" Queste le parole di Benedetto Madonia, segretario provinciale di Como del sindacato Siulp di polizia, la dicono lunga sul clima di queste ore. Il mondo della polizia reagisce cosiì, come reagisce quello del calcio?Io ho il massimo rispetto delle forze dell'ordine, ho avuto amici tra le forze dell'ordine che combattevano il terrorismo, in particolar modo ho un ottimo rapporto con le forze dell'ordine di Como con cui qualche volta facciamo anche delle amichevoli di calcio, quindi non posso che essere solidale con loro. La delinquenza va allontanata. A Como abbiamo avuto qualche schermaglia negli ultimi tempi, io stesso sono stato mandato più volte a quel paese da alcuni tifosi, che presi da soli sono anche delle brave persone, ma il branco è quello che è e si sentono più forti. Il calcio è una cosa bellissima, è vita , è utile e va vissuto come un piacere.

Come si possono gestire i tifosi? Io spero che questo possa essere l'ultimo episodio di violenza nel calcio, i nostri tifosi sono molto lontani da questi teppisti. Vorrei però fare un appello a loro, come padre e come nonno: mi dispiace di vedere arrivare allo stadio ragazzi di 20-22 anni ubriachi. Purtroppo succede e l'ho già più volte denunciato alla stampa. La squadra vince e perde, come tutte le squadre del mondo, lo sport è questo, non ci si può arrabbiare quando non si vince, come nella vita. Faccio quindi un appello alla tranquillità e alla serenità: venite allo stadio per divertirvi e per godervi la partita. Queste persone alla fine non se lo godono nemmeno. Grazie al cielo comunque i tifosi che abbiamo a Como, a parte qualche sparuto caso non sono di questo genere.

La squadra ora è in serie D, situazione quindi più tranquilla,un'eventuale promozione in c2 potrebbe creare problemi? Noi abbiamo un progetto, arrivare in C2, ci possiamo arrivare comodamente se nessuno ci disturba. Non credo che a Como ci saranno atti di teppismo, ma non bisogna fare troppa pressione sui ragazzi, perchè nella squadra ci sono giocatori di esperienza ma anche tanti giovani che si spaventano, meglio lasciarli tranquilli. Se poi andassimo in C2 e la tifoseria dovesse essere più numerosa ben venga, io non credo che ci saranno problemi, al momento vedremo cosa fare.

Il Sinigaglia,è a norma? La capienza dello stadio è di 26.000 persone, noi abbiamo l'omologazione fino a 10.000, quindi possiamo giocare anche in C2. Ho fatto un giro di telefonate ai responsabili dello stadio, Bressani, come segretario del Como, ha in mano tutta la situazione e mi dice che è agibile, ho parlato con Andrea Rossi che ha in gestione un piccolo locale dove i tifosi lasciano il materiale più ingombrante, come gli striscioni, e mi ha detto che non ci sono problemi. Abbiamo parlato di alcune migliorie che possono essere apportate ai cancelli e in settimana ho telefonato all'assessore Caradonna e ci incontreremo per vedere cosa si può fare. Tutto questo in funzione del fatto che noi siamo convinti di poter andare in C2 e quindi mettiamo già le mani avanti.

Sapete già quando si potrà riprendere? Da quello che si è sentito dire dovremmo già riprendere domenica, alcune società di serie A e di serie B potranno giocare con i cancelli aperti, altre più a rischio no. Io mi auguro che la ripresa del campionato possa essere uguale per tutti, ma è chiaro che se ci sono delle piazze a rischio questo non è possibile.Domenica mi auguro che si possa giocare, perchè il calcio è seguito da tanta gente. Speriamo in un avvio sereno e tranquillo.

Più informazioni su