CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como riparte con grinta e nel mirino c’è la cenerentola Seregno

Più informazioni su

La formazione lariana ha ripreso oggi la preparazione sotto la pioggia ad Orsenigo. La soddisfazione del team manager. Buone novità anche dall'infermeria azzurra.

Si riparte con grinta e determinazione alla faccia della pioggia che imperversa sul territorio, e ovviamente anche su Orsenigo, nelle ultime ore. Dopo la bella vittoria di domenica contro l'Olginatese il Como ha ripreso oggi gli allenamenti. Tutti agli ordini di mister Parolini, trionfante per il suo primo successo. “Il clima ovviamente è euforico – spiega il team manager, Massimo Mascetti – sia per la vittoria sia per la convincente prestazione da parte dei ragazzi, quindi un segnale positivo e una risposta dai tifosi che si aspettavano questa prestazione. Sicuramente ci fa ben sperare per il futuro del campionato e per il prossimo impegno con il Seregno.” Novità dall’infermeria? Nonostante il maltempo la squadra si è allenata con intensità, l’unico al, palo per i noti infortuni, è Cigagna che purtroppo ha problemi alla gamba destra, si presume che sia un piccolo strappo, quindi una ricaduta dell'infortunio avuto un mese fa e altri piccoli acciacchi, ma la squadra sostanzialmente è in ottima forma.” Per il Seregno, quindi, quasi tutti presenti… “Da valutare ancora da parte dello staff medico le condizioni di Gruttadauria. Bernardi dopo la brillante prestazione sta facendo un lavoro differenziato, ma riteniamo che sia a completa disposizione del mister.  Un Seregno agguerrito poiché cenerentola del campionato… “Affronteremo un Seregno che non è da sottovalutare malgrado sia all'ultimo posto  della classifica, una squadra che si è rinnovata molto, inoltre non bisogna sottovalutare la rivalità tra Como e Seregno che lo rende quasi un derby, insomma una partita a se.” Morale alto… “Si, alto, la consapevolezza dei propri mezzi deve rimanere, ma abbiamo davanti ancora un campionato lungo, ci troviamo 2 squadre a 6 punti, quindi raggiungibilissime, ma non possiamo permetterci ulteriori passi falsi, bisogna essere convinti,tranquilli dei propri mezzi e con i piedi per terra.” I tifosi hanno apprezzato la grinta con cui la squadra ha affrontato l'Olginatese, non è stato cosi' a volte in passato. Un rapporto ritrovato tra tifosi e squadra? Ritengo che non sia mai mancato questo rapporto. Ovviamente i tifosi fanno i tifosi e dopo qualche prestazione infelice hanno, nella giusta maniera e nel loro diritto, fatto presente di questa situazione. I giocatori e la società erano comunque consapevoli che questa era una situazione momentanea. Già dalla sfortunata trasferta contro il Turate i tifosi hanno applaudito e ci sono stati vicini e questo già è un cambiamento. Posso dire che proseguendo cosi' diventeranno, e in parte già lo sono, davvero il dodicesimo uomo in campo.

Più informazioni su