CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como è al bivio: basta passi falsi, ora bisogna tornare a vincere

Più informazioni su

Obiettivo categorico fin da questo pomeriggio quando, al Sinigaglia, arriva l'Olginatese. In campo alle 14,30. Mister Parolini punta sugli ex Terraneo e Battaglino. Lecchesi davvero ostici in trasferta. Ore 14,30 si torna al Sinigaglia: dopo un mese dall’ultima partita interna, conclusasi con un pari col Tempio, gli azzurri si ripresentano tra le mura amiche per affrontare nel derby l’Olginatese. Tantoè cambiato da allora, in panchina non c’è più Falsettini ma Parolini che, dopo il brodino di sette giorni fa, spera proprio di farsi un ghiotto boccone e di portarsi a casa i tre punti. Sarà sicuramente dura quest’oggi; i lecchesi in trasferta da inizio campionato hanno perso solo una volta a Merate alla fine di ottobre, da allora solo risultati positivi e in classifica sono a solo tre lunghezze dagli azzurri. Questo dovrà essere uno stimolo in più per Sgro e compagni, ormai tutte le gare valgono doppio ed è necessario innestare la marcia giusta per rimettere nel mirino la vetta della classifica. Non c’è tempo da perdere.

Massima concentrazione, quindi,  ed attenzione a non commettere errori che a lungo andare comprometterebbero in maniera decisiva l’esito finale. La formazione odierna non sarà al completo viste le defezioni per problemi fisici di Gruttadauria, Ortelli, Maiolo e la squalifica di Shala, ma l’aria del derby dovrebbe galvanizzare tutti a cominciare dagli ex Terraneo e Battaglino. Vedremo chi sceglierà in avanti mister Parolini; dopo l’inattesa esclusione di sette giorni fa del bomber Lele Terraneo, il coach lariano potrebbe schierarlo dall’inizio e puntare fin da subito sulla sua voglia di riscatto ma le alternative in questo reparto certo non mancano. Dietro probabile rivedere Sgro a dirigere la difesa in qualità di libero anche se qualche dubbio al riguardo è rimasto. Il clima quasi primaverile di questi giorni si spera faccia affluire numerosi tifosi a sostenere gli azzurri, tifosi che, peraltro, erano presenti anche a Meda in occasione del pari col Turate di sette giorni fa.

Più informazioni su