CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Parolini chiede lo sprint vincente:”Voglio grinta, gol ed i punti…”

Più informazioni su

L'allenatore del Como alla vigilia del suo debutto casalingo contro un'insidiosa Olginatese:"Squadra che arriverà agguerrita, bisogna stare attenti". Shala squalificato, forse recuperano Maiolo e Gruttadauria.

Ha affilato le unghie. Alle spalle un pareggio, che è stato comunque una buona prova, quella di domenica scorsa contro la Salus Turate, giorno del suo debutto nei panni di allenatore del Como. Discreta la prima. Ma adesso mister Parolini ha avuto un’intera settimana per prepararsi al meglio in vista della sfida casalinga di domani contro l'Olginatese. Questa mattina rifinitura a Orsenigo e domani la prova del nove. “Andiamo ad incontrare un avversario che arriverà agguerrito – spiega -. E' una squadra che conosco bene. L’ho seguita come osservatore in questi mesi. Ci attende una partita non facile, ma se mettiamo lo spirito di domenica potremmo portarla dalla nostra parte.” La rabbia e la grinta ritrovate… “Si, siamo partiti da questo domenica speriamo di aumentarla mano a mano che si va avanti.” 

E i tradurla in gol… “E anche in punti. Perchè ora servono anche quelli…".

 Com'è andata la preparazione? “Bene, i ragazzi sono motivati e vogliono far bene. Sono anche liberi di mente perchè a questo punto non abbiamo più niente da perdere. L'assillo di prima non c’è più, ora potrebbe cambiare.” Tra infortuni e rallentamenti che cosa dice l'infermeria? “Shala squalificato, Ortelli ,Maiolo e Gruttadauria con qualche problema fisico. Molto probabilmente Ortelli non ci sarà domenica per gli altri due scioglieremo il dubbio stasera o domani.” Maiolo sempre più determinante… “Si, piuttosto che rischiarlo è meglio tenerlo nella bambagia. Rientra dopo un anno e mezzo era preventivabile che avesse qualche guaio muscolare. In finale di stagione potrebbe veramente essere determinante, sia lui che Bernardi” Ritiene che ci siano gli elementi per riagganciare la testa? “Mancano 16 partite, mancano tanti punti e la vetta non è così lontana. Anche le altre squadre fanno fatica. Anche domenica che avrebbero potuto darci la mazzata hanno pareggiato con l'ultima. Un campionato molto equilibrato dove alcune volte bisogna lasciare a casa il fioretto e giocare con determinazione, specialmente in questo girone.”

Più informazioni su