CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nuovi volti al Como: ecco Maiolo e Damiano per la spinta vincente

Più informazioni su

I due neo-acquisti si sono presentati oggi ad Orsenigo. Elementi importanti per la formazione di Falsettini. Quattro i partenti delle ultime ore. Tutto il dettaglio.

Arrivi e partenze. Orsenigo in questi giorni più che un centro di allenamento sembra uno scalo ferroviario. Le annunciate novità in casa Como ci sono state e adesso sono tutte ufficiali. Ben quattro i giocatori svicolati negli ultimi giorni e tre quelli in entrata. Il tabellone delle partenze ha visto con i bagagli in mano il portere Esposito, il centrocampista Marinucci Palermo, Sala e Donghi. La partenza di quest'ultimo è forse la più inattesa. “Abbiamo preferito rescindere il contratto – spiega l’allenatore Falsettini – . Si tratta di scelte. Ha avuto problemi per infortunio, non giocava tanto. Insomma le solite cose che possono succedere”. Caso diverso Marinucci, centrocampista, che da tempo desiderava riavvicinarsi a casa.


Saluti, strette di mano e qualche abbraccio e poi tutti a conoscere i nuovi arrivi. Freschi di giornata, hanno debuttato oggi. Primo tra tutti Vincenzo Maiolo, elemento di punta che ha rescisso il suo contratto con il Legnano in settembre. “Attaccante, trequartista, fantasista – spiega il tecnico non celando l’entusiasmo per il giocatore – è da 6 anni che lo cerco. E’ di scuola Milan, ha giocato tanti anni in serie C. Un giocatore di qualità. L’unico neo è che da parecchio che è fermo è si è sempre allenato, ma ci metterà un po’ a entrare in ritmo partita”.

A seguire Pierlugi Damiano, dal Seregno, attaccante  “che conosciamo bene – scherza il tecnico – visto che ci ha fatto qualche gol in Coppa Italia”. Chiude la lista Marcello Borra difensore, classe ’87. Difficile sapere quando debutteranno. “Damiano è il più in forma – sottolinea Falsettini – ma sono arrivati oggi e ci vuole tempo per valutarli”. Arrivi e di partenze, dunque. “Mosse giuste e oculate decise dal club – conclude il tecnico – società che è da ringraziare per lo sforzo. Un’altra dimostrazione che il Como vuole fare bene”.

Più informazioni su