CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E’ super-Terraneo: in 15 minuti manda al tappeto la Solbiatese!

Più informazioni su

Strepitosa tripletta dell'attaccante del Como alla fine del primo tempo. Azzurri sempre solitari in vetta alla classifica, ma Alghero e Tempio non mollano. Bene anche la Salus Turate: pari con il Caravaggio.

Sempre più capolista la squadra di mister Falsettini che mette al tappeto con un sonoro tre a zero una Solbiatese resa inoffensiva da una tattica intelligente e da un comportamento maturo da parte dei lariani. In gran spolvero ancora una volta bomber Lele Terraneo che quest’oggi mette a segno la sua prima tripletta in riva al Lario. Ma non solo lui ha brillato quest’oggi al Sinigaglia, tutti gli azzurri si sono presentati col piglio giusto e non hanno permesso ai pur arditi varesini di pungere. Alla ribalta tutto l’attacco azzurro che si è mosso molto bene, spesso ispirato dalle sgroppate lungo la fascia destra di Castelnuovo, mentre dalla parte opposta Shala è parso leggermente in ombra anche se si è dedicato in particolare ad un oscuro lavoro di contenimento. La difesa è risultata sempre pronta con Gruttaduria a mettere l’esperienza giusta. Sgro non finisce di mostrarsi determinante nel dettare i tempi e nel fornire sempre l’appoggio ai compagni in difficoltà.

La vigilia dava qualche chance alla squadra nerazzurra ospite, in considerazione delle reti messe a segno fino ad oggi, ma nei dieci minuti a cavallo tra la mezz’ora e il quarantesimo Terraneo ha chiuso ogni discorso e messo in cascina il punteggio pieno. La partita vede i comaschi subito in avanti e già al 1 ci poteva stare un calcio di rigore quando un difensore ospite toccava con un braccio il pallone nel bel mezzo dell’area varesina ma l’arbitro, seppur ben messo in termini di visuale, non se la sentiva di fischiare il penalty. Per una ventina di minuti le due formazioni si studiano a vicenda con al 15’ un bel cross dalla destra di Castelnuovo che Terraneo di testa non manda lontano dalla traversa, al 18’ c’è da segnalare una bella parata di Esposito. La svolta arriva al 27’ quando Donghi imbecca molto bene in verticale il bomber Terraneo che è lesto a girarsi e ad indirizzare incrociando sul palo lontano della porta difesa da Pavesi un tiro che si infila nel sacco. Passano solo pochi minuti e al 38’ è ancora Castelnuovo a mettere in mezzo per il bomber che sfrutta al meglio la pennellata del compagno e fa doppietta.

Ma non finisce qui il momento d’oro dei lariani: al 41’, con l’azione che si svolge ancora sull’asse destro del Como, l’arbitro vede cadere a terra, proprio all’altezza del dischetto del rigore, Donghi dopo un contatto con un difensore varesino. Decisissimo nell’indicare il calcio di rigore, questa volta, l’uomo in giacchetta giallo fosforescente. Al tiro si presenta Lele che di potenza fa tripletta. Tutti negli spogliatoi e nella ripresa il Como si limita a controllare i tentativi, peraltro sterili, dei solbiatesi. Bene il Como e bene anche la classifica in attesa della prossima trasferta a Lodi tra sette giorni.   

Se il Como resta al comando della classifica, alle sue spalle non mollano Alghero (1-3 a Palazzolo) e Tempio (devastante in casa con l'Atletico Cagliari, 5-1). Poi c'è l'Olginatese che oggi ha fatto pari in casa con il Fanfulla (1-1), prossimo avversario del Como. Turate al quinto posto (16 punti) dopo il buon punto di oggi con l'Uso Caravaggio (2-2).

Più informazioni su