CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il presidente e la voglia matta di C2:”Non possiamo più fallire”

Più informazioni su

Enzo Angiuoni a ruota libera quasi a metà campionato del suo Como:"Finora ci siamo espressi al 60%: dobbiamo migliorare ancora". Ai tifosi:"Vogliamo la promozione, forse qualche altro acquisto in vista". “Il momento è positivo e credo possa durare. La promozione non è un sogno ma deve essere una realtà. Noi dobbiamo assolutamente passare in C2. Sicuro”. Le carte sono tutte in tavola per il presidente del Como Enzo Angiuni. Il numero uno azzurro cavalca il buon periodo della squadra e conferma in pieno le intenzioni di inizio campionato. Questo Como è stato studiato per vincere, non ci sono alternative. “La squadra che abbiamo – precisa Angiuoni – al di la di qualche infortunio è una bella formazione, una rosa stupenda. Io, Di Bari e Falsettini siamo convinti che fino a oggi si sia espressa al 60%. Ci sono ancora potenzialità enormi”.
E il trucco per migliorare ancora è presto detto. “Come sapete, il campionato ci impone di schierare almeno quattro giocatori di nati dopo l’86. Domenica, e quella precedente, ne abbiamo schierati ben più di quattro e tutti davvero promettenti. E noi li valorizziamo. In campo non fanno brutta figura e anzi fanno molto bene. Hanno trovato la fiducia". Unico neo del momento gli infortuni. “E’ quello che ci preoccupa. Sono stati tanti: Gruttadauria, Bernardi e Donghi che non abbiamo mai visto giocare davvero. Siamo in recupero, ma insomma…”.
Altro infortunio quello di Schepis. Che ne avrà per qualche mese (vedi precedenti lanci). “E’ un ragazzo stupendo. Sono andato a trovarlo e lo sento spesso, da noi ha tutto il supporto e l’amicizia. Purtroppo stara a casa a lungo ma sappiamo che tornerà più forte di prima. Credo che entro marzo sarà tra noi.”


Infine, un messaggio ai tifosi. “Voglio dire loro – conclude – che quest’anno dobbiamo assolutamente vincere. Dobbiamo andare in C2. Non possiamo fallire. Stiamo facendo di tutto e di più, forse arriveranno anche altri rinforzi ma ne parleremo più avanti…”.

Più informazioni su