CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il rammarico di Paolini:”Volevo esserci, ma non sono al 100%”

Più informazioni su

Così il ciclista comasco commenta il suo inatteso forfait per il Giro di Lombardia che nel pomeriggio si conclude a Como:"Stanchezza, un calo di forma. Con la squadra abbiamo deciso così: se non sei al massimo, inutile prendere il via"

Un calo inaspettato. Lo ha avuto giovedì durante durante il giro del Piemonte, non si è sentito bene tanto che si è interrotto prima di arrivare al traguardo.  Luca Paolini, ciclista comasco, è costretto al forfait. Non ci sarà oggi per l’ultimo appuntamento della stagione. Il giro di Lombardia edizione numero 100. Niente di grave per lui, ma è spossato e fuori forma. La decisione di non partecipare l'ha maturata ieri mattina con la squadra. “E’ una decisione arrivata dopo la gara di ieri al Giro del Piemonte – spiega Luca – dove non sono stato in corsa da protagonista. Per il Lombardia bisogna essere pronti al massimo, altrimenti non ne vale la pena…” Cosa è successo, non ti sei sentito bene? “Sono due o tre giorni che non sono in piena forma. Stanchezza, non so…Però visto l’andamento di giovedì ho valutato con la società di dare forfait. Il Lombardia per me già è impegnativo andarci non al 100% significherebbe darmi pochissime possibilità di fare un buon risultato” Ci sarà il tuo amico Paolo Bettini…“Si, lui ha voglia di fare bene. Vuole far vedere gli attributi per uscire dalle brutte vicende che riserva la vita (un recente lutto famigliare,ndr)” Il lombarida è l’ultimo appuntamento di stagione, a questo punto il tuo sguardo si butta parecchio in là…”A gennaio ricomincerò a correre. Adesso faremo venti giorni, un mese al massimo di pausa e poi si riparte con la preparazione” Niente visite mediche in programma? “No, è una cosa leggera. Non ho mai avuto un calo da luglio. Penso ci possa stare… Magarì è banalmente la forma fisica che mi ha lasciato a piedi nel finale di stagione” Grande dispiacere… “Certo. Avrei dovuto correre in casa…a maggior ragione salire in bici sapendo di non farcela..” Domani sarai in città per seguire la gara? “Si, mi studierò la mappa. Penso che mi posizionerò in più punti del percorso”.

Più informazioni su