CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

A Falsettini non va giù questo pari:”Troppi errori e poi l’arbitro…”

Più informazioni su

Il tecnico del Como esamina a botta calda la gara con il Merate al Sinigaglia. Rimproveri per gli attaccanti e per il direttore di gara. Ma anche un complimento ai ragazzi:"Hanno saputo reagire ancora con grinta. E' la terza volta che succede". Al termine della partita che ha visto il Como pareggiare per 2 a 2 con la neopromossa Merate l’amarezza è tanta sulla sponda lariana. Va bene essere riusciti a recuperare per ben due volte lo svantaggio, ma alcune decisioni arbitrali non stanno bene a mister Falsettini che si presenta in sala stampa alcuni minuti dopo il termine della partita:” Credo che la squadra ospite abbia fatto quello che doveva fare, l’arbitro invece ci ha lasciato perplessi su parecchie decisioni. La prima che ha preso è stata un’ammonizione incredibile a Gruttadauria, che tra l’altro era diffidato, per un fallo in mezzo al campo che probabilmente non era nemmeno fallo. Dopodiché nella ripresa per ben cinque volte sono entrati in campo i sanitari della panchina dei lecchesi per curare i crampi dei loro giocatori, il loro portiere è stato a terra per ben cinque minuti e se sommiamo anche i tempi per le sostituzioni, che sono state in tutto sei,  possiamo arrivare a contare almeno tredici minuti da recuperare e invece ne sono stati concessi solo sette e proprio allo scadere del recupero non ci è stato permesso di battere un calcio d’angolo. Aggiungiamo anche un calcio di rigore clamoroso non concessoci per un fallo su Terraneo dove addirittura il nostro attaccante è stato ammonito. A questo punto noi esigiamo arbitraggi seri, sereni ed equi; non vogliamo niente di più e niente di meno. Il Como è una società seria con dei tifosi seri e anche oggi lo hanno dimostrato, con due presidenti che stanno facendo un grande lavoro, tutti devono capire che il Como è una società seria e a posto”.

Venendo alla partita, che ha visto il Como creare parecchie occasioni ma anche subire due reti, il mister la vede in questo modo:” Abbiamo costruito almeno cinque o sei palle gol limpide, sicuramente abbiamo sbagliato sul secondo gol però i ragazzi sono da capire. E’ la terza partita che ci capita di andare sotto in maniera strana, oggi con un’autorete sull’unico tiro che i nostri avversari hanno fatto nel primo tempo e già a quel punto avevamo costruito e colpito un palo, è un periodo così, dobbiamo essere sereni e tranquilli. E’ positivo che siamo riusciti ad agguantare il pareggio e ad essere primi in classifica, quello che dispiace è che costruiamo tanto e non riusciamo a concretizzare. Quando ci riusciremo è certo che finirà in goleada però questo è un campionato difficile dove ci sono squadre come il Merate che fra le formazioni che abbiamo incontrato è forse quella meno attrezzata ma  che mettono in campo il cuore e l’anima e ti possono mettere in difficoltà. Oggi non è successo così perché credo che abbiamo costruito il record mondiale delle palle gol. Peccato, io sono convinto che se l’arbitro avesse dato il recupero giusto l’avremmo vinta questa partita. Ci portiamo a casa il pareggio che, per come si era messa la partita, ci fa piacere però ci lascia l’amaro in bocca”.    

Più informazioni su