CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Falsettini vuole un Como concentrato:”Attenti a questo Merate”

Più informazioni su

Il tecnico del Como fa il punto della preparazione a metà settimana. Squadra in salute, recuperato Castelnuovo e Battaglino "stangato" dal giudice:"Una esagerazione questo stop". E poi raccomanda ai suoi massima concentrazione per domenica. Si lavora duramente in puro spirito Falsettini. Non importa il primo posto in classifica con 9 punti in tasca, il Como deve lavorare forte e senza adagiarsi mai. L’euforia dei buoni risultati ottenuti fino a ora è un buon carburante, ma non deve permettere alla squadra di adagiarsi. Il tecnico lo aveva già detto nei giorni scorsi. “Umiltà, piedi per terra e lavoro duro”. Ecco l’unica ricetta per continuare sulla strada del risultato. “La squadra sta bene – spiega il tecnico – Manca all’appello solo Donghi che ne avrà ancora per una decina di giorni mentre Castelunovo ha pienamente recuperato. C’è poi la squalifia di Battaglino (tre giornate, ndr) secondo me assurdamente pesante”.

Perché il giudice sportivo ha deciso una squalifica così puntiva? “Probabilmente quest’anno stanno calcando la mano. Un giocatore dell’Olginatese espulso per una manata in faccia a un nostro giocatore ha preso tre giornate. Domenica c’è stato questo pseudo scontro, io l’ho seguito dalla panchina e non mi è parso così grave. Soprattuto Battaglino ha subito una gomitata. Tre giornate a entrambi, mi sembra che stiano un po’ esagerando con queste sanzioni”

Un’assenza importante in vista dei prossimi match? “A parte il gol bellissimo di domanica stava facendo molto bene. E’ uin giocatore importante ma abbiamo sempre parlato di un gruppo per cui, ne sono certo, chi entrerà al suo posto fara altrettanto bella figura”

Su cosa state concentrando gli allenamenti in questi giorni? “la difesa, vogliamo cercare di andare sotto come è capitato domenica anche se vincere le partite in quel modo (il Como passato da un 2 a 0 a un 3 a 2 in quindici minuti, ndr) è ancora più bello. Certe ingenuità e disattenzioni vanno evitate per non subire gol. Abbiamo davanti un grandissimo potenziale, sarebbe un peccato non riuscire a vincere delle partite per errori di troppo”

Domenica il Merate, che avversaria avrete di fronte? “Da quello che mi dicono gli osservatori è una squadra in salute, ‘rognosa’, che parte subito molto forte. Perciò dobbiamo essere molto, ma molto, bravi all’inizio e poi fare il nostro gioco come abbiamo sempre fatto. Con grande umiltà ma senza paura di nessuno”.

Più informazioni su