CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como parte con il piede giusto e Terraneo fa secco il Turate

Più informazioni su

Doppietta del bomber azzurro al Sinigaglia e prima vittoria della stagione. Ma i "cugini" hanno fatto soffrire gli uomini di Falsettini: subito in vantaggio con Carbone, poi sono rimasti in dieci per l'espulsione di Frigerio.

Anche quest’anno subito brividi. Una partita che mette a dura prova le coronarie dei tifosi presenti al Sinigaglia. Alla fine i tre punti arrivano, grazie ad una doppietta di Terranno nel secondo tempo, ma quanta sofferenza. Il Como fa suo il derby della prima di campionato di serie D con il Turate (2-1 il finale). La formazione avversaria è stata brava a portarsi in vantaggio dopo solo una manciata di minuti e a difendere la propria porta per tutti i primi 45, ma alla distanza, grazie anche al fatto di aver giocato per circa un’ora in superiorità numerica dovuta all’espulsione di Frigerio per doppia ammonizione, l’esperienza e il maggior tasso tecnico dei lariani è venuto fuori.

La squadra in generale si è mossa bene soprattutto a centrocampoe i avanti mentre la difesa, con Gruttadauria e Merlin ancora non in condizione, è da registrare. Sgro, Terranno e Battaglino sono la spina dorsale della manovra e con Shala a far da guastatore, sicuramente lo spettacolo quest’anno non mancherà. Veniamo alla cronaca: al  4’ scambio ai trenta metri tra Shala e Sgro che va al tiro ma la mira è di poco sbagliata e la sfera fa la barba all’incrocio dei pali della porta del Turate. I gialli si scuotono e, dopo aver recuperato una palla vagante in mezzo al campo, verticalizzano su Carbone che si presenta solo davanti a Sangiorgio che tenta l’uscita, ma è tutto inutile: gol e sono trascorsi solo 6’ dal fischio di avvio del campionato.

Il Como si sveglia e al 15’,grazie ad uno scambio al limite dell’area avversaria, Terraneo si presenta solo davanti a Busicchio, un’occhiata all’assistente dell’arbitro per sincerarsi che la posizione sia regolare e parte la botta che, però s’infrange contro il palo della porta degli ospiti. Pochi secondi a proprio sulla linea dell’area grande del Turate viene atterrato il bomber azzurro, sul calcio di punizione di Shala Busicchio si supera deviando in angolo. Al 27’ per l’ennesimo fallo Frigerio viene spedito negli spogliatoi e il Turate rimane in dieci a difendere il vantaggio. Scorrono le lancette del cronometro e al 31’ c’è un’ azione personale di Battaglino che, dopo aver saltato tre avversari entra in area e finisce a terra dopo un contatto con Sonetti, l’arbitro in ottima posizione non ha dubbi nel non assegnare il calcio di rigore ritenendo la caduta dell’attaccante azzurro frutto di simulazione.

La ripresa vede gli azzurri subito aggredire i cugini e al 3’, dopo una mischia generata da un cross dalla sinistra di Greco, Terraneo tocca quel tanto che basta per mettere la palla nel sacco e riportare in parità le sorti. Al 30’contatto in area tra Terranno e Busicchio e questa volta l’arbitro, forse un po’ in colpa per non aver concesso il penalty nel primo tempo, concede al Como il tiro dagli undici metri. Si  presenta lo stesso bomber azzurro che segna: è doppietta. A questo punto i ragazzi di Falsettini pensano solo a portare a casa la vittoria e ce la fanno. Da registrare c’è sicuramente la difesa ma chi ben comincia…..

Più informazioni su