CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Zambrotta torna all’oratorio di Rebbio:”Che emozione essere qui…”

Più informazioni su

Il campione del mondo ha fatto oggi pomeriggio un autentico bagno di folla. Prima dove ha tirato i primi calci al pallone, poi con un ricevimento ufficiale a Carate Urio. Era accompagnato dalla bella moglie Valentina. Per la sua prima uscita pubblica, a Como, ha scelto il posto dove ha tirato i primi calci al pallone. Dove ha imparato a giocare prima di diventare campione del mondo. Gianluca Zambrotta non ha dimenticato che è nato (calcisticamente) all'Oratorio di Rebbio. E cosaì oggi si è presentato lì, la medaglia d'oro al collo ed il sorriso di sempre. Ha incontrato tanti ragazzini che lo hanno accolto calorosamente, ha firmato centinaia di autografi, ha stretto mani a tutti. "E' una emozione intensa essere qui dove ho iniziato a giocare…".

Poi Gianluca, vestito sportivo ed accompagnato dalla bella moglie Valentina, è andato a casa da papà e mamma, via Giussani: incontro con loro e con i tanti parenti presenti. Poi via di corsa per il ricevimento in piazza – che è stato "risparmiato" dalla pioggia – a Carate Urio dove lo hanno accolto in centinaia: applausi, discorso del sindaco, premi e tanti complimenti. Zambrotta ha parlato ai presenti con il microfono in mano e tanta emozione:"Io sono davvero commesso per l'accoglienza che mi avete riservato. Grazie a tutti". In serata, temporale permettendo, è atteso in piazza Volta a Como per un altro, prevedibile, bagno di folla.

Il difensore della Juve non si è voluto sbilanciare molto sul suo futuro che potrebbe essere lontano da Torino in caso di retrocessione del club per la vicenda "calciopoli". Da lui solo una ammissione:"Mi piacerebbe rimanere in Italia".

Più informazioni su