CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Ghisallo in festa abbraccia Re Ivan: è suo il Giro d’Italia

Più informazioni su

Il varesino Basso atteso domattina in maglia rosa sul colle tanto caro ai ciclisti. Oggi l'ultimo capolavoro che ha fatto andare su tutte le furie Gibo Simoni. Applausi anche per il grandatese Trentin. Un dominatore, un tiranno. O, se preferite, un cannibale quasi come Merck negli anni scorsi. Ivan Basso, 28 anni da Cassano Magnago, ha striturato gli avversari di questo Giro d'Italia che domani arriva sul Ghisallo per il via dell'ultima frazione. Oggi, all'Aprica, l'ennesima conferma dello strapotere: ha staccato nell'ultimo tratto di una corsa massacrante (con Tonale, Gavia e Mortirolo) anche un commovente Gibo Simoni. Ha voluto vincere in solitaria per dedicare al figlio Santiago, nato ieri, la prima gioia della sua vita. Ma Simoni non l'ha presa bene: accuse dirette e pesanti:"Non è stato un signore…".

E così ora la carovana rosa fa rotta verso il comasco ed il Ghisallo. Domattina il ritrovo di partenza al Santuario caro ai ciclisti con santa messa e visita al Museo del ciclismo non ancora pronto. Poi il via alle 13,40 dell'ultima frazione, quella che porterà super-Basso in maglia rosa verso il trionfo, meritato, di Milano. Alle sue spalle un commovente Gutierrez Cataluna, spagnolo della Phonax, staccato di 9'18", terzo Simoni a 11'59". Quarto è Cunego (ma a 18'16"), poi Savoldelli a 19'22. Dopo tante montagne, arriva al Ghisallo in buona posizione anche Guido Trentin, compagno di Simoni alla Saunier Duval: 30esima posizione ad un'ora e 13 minuti. Applausi, sinceri, anche per il ragazzo di Grandate.

Più informazioni su