CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Barzaghi choc: “Sto seriamente pensando di lasciare tutto”

Più informazioni su

Il Como fuori dai play-off, le intemperanze dei tifosi durante il match di ieri, le accuse dirette. Il numero uno di viale Sinigaglia potrebbe andarsene, forse l'ufficialità nei prossimi giorni. "Per una volta abbiate rispetto per le parole del presidente". Gattuso non parla.

  “Adesso penso soltanto a lasciare tutto”. Forse prevedibile ma comunque colpisce quanto dichiarato questa mattina ai microfoni dell’emittente lariana CiaoComo Radio dal presidente del Como, Giangerolamo Barzaghi. La fuoriuscita definitiva della squadra dai play-off, dopo la sconfitta di ieri contro la Tritium e l’esecrabile comportamento tenuto da alcuni tifosi (vedi precedente lancio), hanno portato il numero uno di viale Sinigaglia a una decisione che, se confermata anche ‘a freddo’, porterebbe ancora una volta verso la totale incertezza. Non parla il tecnico, Giacomo Gattuso, che chiede due giorni di silenzio prima di rilasciare dichiarazioni ufficiali. 

Presidente non solo la sconfitta ma anche un corollario di episodi…
 “Vivo il calcio da una vita non ho mai, ripeto mai, visto una partita interrotta a 35 minuti dalla fine. Tutto qua. Tutto poteva succedere, situazione difficile, ma si poteva ancora sperare in un recupero. Questa è la mia grande amarezza…” 

Si sente di dire qualcosa a quei tifosi?
 “Rispetto tutti e anche la tifoseria che in questi anni ha sopportato di tuttp. Però noi abbiamo messo anima e corpo perché il Como tornasse dove gli spetta”

Che scenari si aprono da oggi? “Non lo so. Oggi c’è tanta amarezza e nessuna voglia di andare avanti. Questo è il mio pensiero. Non posso riflettere su quanto accadrà, sto ancora pensando a quanto accaduto. La volgia è di non continuare…Quanto accaduto ieri determina già situazioni e possibilità. E’ stato riportato a livello nazionale. Io rapresento questa società e questa tifoseria…”

Insomma vuole vendere…
 “Io non voglio andare avanti. Ho fatto quanto in mio potere fino a oggi. Vivo per il calcio, una giornata come ieri non può non segnare…” 

Pochi giorni fa a una nostra domanda diretta ha risposto che comunque fossero andati i play-off sarebbe andato avanti
 “Domenica qualcosa è cambiato rispetto a venerdì. Sapevamo che saremmo andati in guerrilla, in un campo difficile e senza tutele. Sono andato in panchina per stare vicino ai giocatori, oggi mi accusano di essere andato via a fine partita. Mi hanno obbligato a farlo. Io non ho lasciato niente di intentato. Oggi il campionato e finito” 

Vuole ritagliarsi qualche giorno per riflettere?
 “Oggi il mio unico pensiero è questo” 

Darà conferma nei prossimi giorni?
 “La società nelle condizioni di andare avanti. Io ho perso entusiasmo. E’ un pensiero sofferto” 

Difficile quindi capire il destino di tecnico e squadra
 “Legittimo che me lo chiediate ma rispettate quanto vi ho appena detto. Una volta all’anno rispettate quanto detto dal presidente prima di pensare agli altri. Una volta tanto un minimo di solidarietà”.

Più informazioni su