CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La Como di agosto parla (quasi) tutto straniero: frotte di turisti in città fotogallery

Tedeschi e francesi, inglesi ed olandesi, ma anche asiatici: un susseguirsi di gruppi dal lungolago a Sant'Agostino, dai portici Plinio al Tempio Voltiano.

Sarà anche vero – come è vero e lo abbiamo accertato ieri direttamente con l’assessore al turismo Rossotti – che l’Infopoint del Broletto apre tardi (ore 10) e chiude presto (ore 18) e per una città a forte vocazione turistica non va bene. E sarà altrettanto vero che l’ex Apt di piazza Cavour (ora Ufficio turistico) sta per chiudere per gli alti costi di gestione e pure questo non va bene. Ma è anche verissimo che in città – in questo caldo mese di agosto – la parte del leone la fanno proprio loro, le centinaia di turisti presenti. Oggi l’ennesima conferma: dai portici Plinio a Sant’Agostino, da piazza Cavour al Tempio voltiano – passando per Life Electirc di Libeskin alla diga foranea – era tutto un susseguirsi di stranieri. Difficile, sul serio, sentire parlare in italiano. Ma un florilegio di lingue e culture: tedeschi ed inglesi, olandesi e francesi, poi qualche rappresentante dell’Est europa (ma sono più numerosi in centro ed alto lago da tradizione) e tanti asiatici. Cinesi e giapponesi. Multilingue e viva, Como oggi – prima domenica di agosto – era piena come una domenica normale. E l’hanno riempita proprio loro, i tantissimi stranieri presenti.

Gruppi con le guide, ma anche semplici visitatori di pochi giorni. E dalle fonti turistiche lariane arriva la piena conferma che in questi giorni i posti liberi – in alberghi e B&B – sono davvero pochi.