CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Concerto “Solopiano” di Giovanni Truppi al Foce

Venerdì 17 allo Studio Foce di Lugano per la rassegna RACLETTE serata di cantautorato vero, distante dall’intellettuale, vicina a tutti noi. Dopo un intero anno di tour in giro per l’Italia, venne a Cernobbio lo scorso maggio per il NOW Festival, l’artista napoletano Giovanni Truppi si reinventa per una manciata di concerti in veste totalmente inedita.

giovanni truppi

Un pianoforte smontato, segato, elettrificato e ricomposto in una nuova forma, praticamente una rilettura Ikea del piano incrociata con una chitarra elettrica artigianale, sarà il compagno di Giovanni per lo spettacolo live in terra ticinese.
Costruirsi uno strumento, afferma Truppi, è una scelta importante che porta chiunque lo faccia a toccare con mano la realtà.

Lugano è la prima tappa del “Solopiano tour” che porta l’originale cantautorato di Giovanni Truppi in alcune città auropee come Parigi, Bruxelles , Londra e Berlino prima di tornare in Italia. Molto diretto nelle sue canzoni Truppi è uno che dice le cose giuste quando abbiamo bisogno di sentire le cose giuste. E in questo nuovo album, “Solopiano”, le parole giuste si sentono benissimo, accompagnate soltanto dalle dita sul piano. Uscirà in edizione limitata esclusivamente in vinile dal 31 marzo, nel disco ci sono delle canzoni vecchie da cantare a memoria sottovoce e una canzone nuova prodotto da Marco Buccelli e Fabio Gargiulo.

A condividere con Giovanni Truppi la data del Foce ci saranno gli Stres (Silvia Facchetti, Alessandro Fiori, Lorenzo Maffucci) gruppo formato da geni assoluti dove lo strumento è il veicolo di strane parole rappresentanti il sentimento di tutti. Bellissimi sul palco come nella realtà, riescono a rendere romantica qualsiasi tipo di vita o di situazione.

Venerdì 17 marzo | ore 21:30
STUDIO FOCE
Rassegna Raclette presenta:
GIOVANNI TRUPPI E STRES cantautorato
Serata a due

Intero: CHF 12.– / LC e LCC: CHF 10.–
Prevendita online: tickets.foce.ch

 

giovanni truppi

Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981.

Ha pubblicato tre dischi: C’è un me dentro di me (CinicoDisincanto/CNI 2010), Il mondo è come te lo metti in testa (IMiracoli-JabaJabaMusic/Audioglobe 2013), Giovanni Truppi (Woodworm / Audiglobe)

Più di cento concerti in meno di due anni sono i numeri del tour del suo ultimo disco, un crescendo esponenziale dovuto soprattutto al passaparola tra pubblico e addetti ai lavori ed al magnetismo dei suoi live, che lo ha portato a calcare con i suoi set in solo voce e chitarra elettrica palchi come il Carroponte (in apertura a Marta Sui Tubi), l’Alcatraz (in apertura a The Zen Circus) o il Primo Maggio di Taranto.

Cantante, chitarrista e pianista come pochi, negli anni la musica di Truppi è stata accostata dai critici agli artisti più disparati (da Jeff Buckley a Giorgio Gaber, da Paolo Conte a Lou Reed) probabilmente per cercare di prendere le misure ad un talento compositivo e performativo completamente inedito nel panorama italiano, che non è riconducibile a nessuna ‘scuola’ pur mostrando di averne digerite molte e che fa della trasversalità e della felice convivenza di opposti uno dei propri tratti distintivi. Rock, avanguardia, e canzone d’autore; poesia e ironia, potenza espressiva e leggerezza, complessità e ingenuità sono i poli attraverso i quali si muovono le sue canzoni.