CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

George Clooney: curiosità e aneddoti sul cittadino più famoso di Laglio

Più informazioni su

George Clooney non è soltanto uno dei felici possessori di una meravigliosa villa a Laglio, paesino di cui è diventato il cittadino più celebre, ma è una delle ultime icone pop cinematografiche rimaste a Hollywood. Milionario, famoso, premio Oscar come miglior attore non protagonista per Syriana e desiderato dalle donne di tutto il mondo, Clooney non è solo questo. Oggi scopriremo alcune delle curiosità del suo passato e gli aneddoti più divertenti della sua carriera sul set e non solo.

Clooney, da molti suoi amici e conoscenti del jet-set ritenuto come uno degli uomini più intelligenti al mondo, oltre che uno dei più fascinosi, non ha avuto propriamente quella che potremmo definire un’infanzia tutta rose e fiori. A 14 anni, infatti, l’attore soffrì per circa un anno della paralisi di Bell, una forma di paralisi facciale che provoca l’incapacità di controllare i muscoli di una parte del viso. Una patologia che lo trasformò in breve tempo nello zimbello dei compagni di scuola che iniziarono a chiamarlo “Cloon-dog”, a causa dell’espressione canina che la malattia aveva causato.

Terminata la carriera scolastica, Clooney inizia con i primi lavoretti per coltivare il sogno di diventare attore. Tra questi, l’impiego come commesso in un negozio di vestiti e calzature da uomo e il lavoro come “tagliatore” di tabacco, un’occupazione misera di cui non volle più sapere dopo la morte delle zio per un cancro al polmone.

Sono questi i periodi in cui quella che oggi è considerata una delle più grandi star del cinema mondiale si avvicina al mondo della recitazione. Un mondo che però non lo accetterà subito e gli imporrà una serie di rifiuti che lo stesso George oggi ritiene utili per aver rafforzato il suo carattere e per avergli permesso di mantenere una mentalità quanto più possibile indipendente.

Tra le passioni più note di Clooney c’è sicuramente il blackjack, un amore confermato anche dall’amico e attore Matt Damon – a sua volta appassionato giocatore di poker sportivo – in alcune interviste in cui ha ricordato con piacere una serata passata insieme al tavolo verde. Una passione, quella per il gioco, che ha riunito le due celebrità sul set di Ocean’s Eleven per realizzare uno dei più grandi film di sempre sui casinò. Una pellicola entrata di diritto nella cultura popolare e che ha contribuito a sdoganare il mondo del gioco portandolo nelle case delle persone sotto una luce nuova ed emozionante.

Famosa, soprattutto nelle cronache di costume, anche l’adozione del maialino Max, un regalo proveniente dall’attrice Kelly Preston. Un rapporto, quello tra l’attore e il simpatico animale durato per 18 anni e ricordato con affetto dallo stesso Clooney che non manca mai di sottolineare come fossero diventati inseparabili, di come dormissero spesso insieme e di come siano stati ben accetti nell’aereo privato di John Travolta.

Non solo attore ma anche grande appassionato di film, George Clooney. La star di Hollywood, infatti, ritiene che i migliori regali di Natale siano i film (tra i suoi preferiti “Come eravamo”, “Il Padrino” e “L’esorcista”), è un cultore delle pellicole del passato e, proprio per questo, si è reinventato anche come regista. Il 2005 ci offre un aneddoto curioso: per le festività natalizie Clooney regalò a un caro amico più di cento dvd dei suoi film preferiti realizzati nel periodo 1964/1976.

Terminiamo con altre preferenze e curiosità sulla vita di Clooney: il suo cibo preferito è la bistecca, è un patito di football americano e tifoso dei Cincinnati Bengals ed è cultore di musica sia moderna che del recente passato. Tra i musicisti preferiti spesso citati, i Foo Fighters, i Pink Floyd, il recente premio nobel per la letteratura Bob Dylan e Marvin Gaye.

Clooney, infine, è ed è stato uno dei personaggi più gettonati per le battute irriverenti della serie South Park. Una presa in giro accolta con ironia dall’attore che ha voluto conoscere gli autori del cartone animato per convincerli a concedergli una parte: inizialmente gli è stata affidata quella del cane gay Sparky mentre nel film il suo ruolo è stato quello del dottore proveniente da E.R. Un suggestivo tuffo nel passato.

Più informazioni su