CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Grande battaglia al Parini: al Pool Libertas non bastano cuore e tanti muri fotogallery

I canturini giocano una bella gara, ma non riescono a piegare Ortona. Due set persi ai vantaggi, bene il secondo. Coach Della Rosa:"Fatto meglio di loro su molte cose, ma non è bastato"

Partita combattuta al Parini di Cantù tra il Pool Libertas e la Sieco Service Ortona per la poule retrocessione del campionato di volley maschile di A2. La spuntano gli ospiti a fatica, con due set vinti solo ai vantaggi: 1-3
A inizio primo set Ortona fa tutto da sola: due attacchi di Di Meo mandano avanti gli ospiti, ma due errori di squadra permettono al Pool Libertas di pareggiare (5-5). Si prosegue con le due squadre punto a punto. Un attacco out di Richards lancia Ortona sul +2 (16-18), ma un muro di Monguzzi e un attacco di Richards rimettono avanti Cantù (19-18), e Coach Lanci ferma il gioco. Un ace di Mazza e i padroni di casa vanno avanti di due, ma due attacchi di Buchegger e Holt rimettono il punteggio in parità (20-20). Un ace dell’opposto austriaco, e i marchigiani vanno di nuovo avanti, con Coach Della Rosa che chiama time-out. Il finale di set è punto a punto, e si va ai vantaggi. Un attacco fuori di Caio consegna il set agli abruzzesi (24-26).

Nel secondo set Ortona prova ancora ad andare via (1-3 e poi 4-6), ma il Pool Libertas riesce a recuperare lo svantaggio immediatamente. Cantù prova a prendere qualche punto di vantaggio con Caio e Monguzzi, ed è proprio un ace del centrale canturino a mandare i suoi sul +3 (11-8) costringendo Coach Lanci a fermare il gioco. Caio mette tre attacchi consecutivi, Alborghetti mura Miscione, Gerosa fa ace, e Cantù vola sul +7 (17-10). Due attacchi out di Richards aiutano gli abruzzesi a tornare sotto (18-15), e Coach Della Rosa chiama time-out. Ortona non molla, ma il Pool Libertas riesce a difendere il vantaggio acquisto. Gerosa mura Di Meo e consegna il primo set point ai suoi. Chiude Riva alla seconda occasione (25-19).

A inizio terzo set la Sieco Service prova ad andare via (5-7), ma un punto ottenuto grazie a una difesa di Butti che cade nel campo avversario rimette il punteggio in parità (7-7). Ortona riprova a ripartire, e si porta sul +3 grazie a Buchegger (8-11), e Coach Della Rosa ferma il gioco. Cantù prova a ricucire lo strappo, ma gli abruzzesi ribattono colpo su colpo, e con Buchegger riescono ad allungare (15-19); Coach Della Rosa vuole parlarci su. Al rientro in campo Cantù si riporta sotto grazie al turno in battuta di Mazza (19-20), e Coach Lanzi chiama time-out a sua volta. Buchegger con un attacco mani out consegna i primo set point ai suoi, ed è lui a chiudere al secondo tentativo (22-25).

Il quarto set inizia con le due squadre punto a punto. Cantù prova ad andare via con Monguzzi e Caio (7-5), ma viene ripresa subito (9-9). Buchegger è scatenato, e Ortona prende il doppio vantaggio (11-13). Due attacchi out di Alborghetti e Riva lanciano la Sieco Service sul +4 (13-17), e Coach Della Rosa ferma il gioco. Al rientro in campo sono gli stessi Alborghetti e Riva a riportare Cantù a contatto (16-17), con Coach Lanci a chiamare a sua volta time-out. L’attacco di Caio tocca il muro, ed è sorpasso (18-17). L’Impavida non molla, e riesce a concretizzare il contro sorpasso con il solito Buchegger e un muro di Pedron su Richards (21-23). Coach Della Rosa chiama il suo secondo time-out discrezionale. Monguzzi mura Buchegger ed è di nuovo parità (23-23), con Coach Lanci a chiamare il suo secondo time-out discrezionale. Monguzzi manda il set ai vantaggi (24-24). Chiude set e partita un attacco mani out di Holt sul 25-27.

Queste le parole di Coach Della Rosa a fine partita: “E’ stata una partita lottata, con due set finiti ai vantaggi. Peccato perché abbiamo fatto due errori importanti al servizio su battuta flot. Ci sta, siamo una squadra che comunque lotta, che ogni tanto fa qualche imprecisione, però oggi abbiamo fatto bene a muro. Abbiamo fatto meglio di loro a muro contro una squadra che ha degli attaccanti importanti come Buchegger e Holt. Abbiamo battuto nel complesso bene, anche se poi abbiamo fatto errori in momenti non opportuni, però abbiamo fatto 7 ace contro i 3 loro. Insomma, le nostre cose le abbiamo fatte, paghiamo certe situazioni in fase break contro le quali non riusciamo a fare molto, soprattutto quando abbiamo di fronte giocatori che prendono la palla così alta. Pensiamo alla prossima”.