CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ecco l’annuncio: Bolshakov rinuncia alla panchina di Cantù, ritorna il “Charlie” foto

Il club brianzolo gli dà il benvenuto sui principali social, il coach ucraino si fa da parte su indicazioni del patron Gerasimenko Ma resta nel club come responsabile della scuola di basket.

La formula scelta è quella della rinuncia del capo-coach prima di annunciare l’arrivo – annunciato da giorni – di Charlie Recalcati. Orami è tutto ufficiale. La Pallacanestro Cantù ha comunicato oggi pomeriggio che Kiril Bolshakov ha rinunciato all’incarico di capo allenatore della formazione bianco- blu.

recalcati firma contratto con cantù e irina gerasimenko

“Voglio ringraziare particolarmente coach Bolshakov  – commenta il Presidente della Pallacanestro Cantù, Irina Gerasimenko – per il prezioso lavoro svolto in questi mesi. E’ una grande persona che ci ha dato un enorme mano in un momento non facile per il nostro club. Ho chiesto personalmente a Kiril di rimanere a Cantù e sono davvero felice che abbia accettato. La nostra volontà infatti è di domandargli di occuparsi in futuro della nostra Basketball School”.

E poco dopo ecco l’annuncio atteso da lunedì: il club brianzolo ha ufficializzato – con un “Bentornato Charlie” sulla pagina ufficiale di Facebook – il ritorno di Carlo Recalcati sulla panchina brianzola. Da lunedì prossimo sarà lui a guidare la squadra alla ricerca di una complicata salvezza. Tifosi canturini molto contenti di questa scelta. Sempre sui social le loro prime rezioni sono entusiastiche. E si sprecano gli auguri per lui.

Recalcati è una leggenda del club canturino di cui è anche una delle 80 stelle. Da giocatore, con la maglia bianco- blu, ha infatti vinto due Scudetti, tre Coppe Korac, tre Coppe delle Coppe e una Coppa Intercontinentale ed è stato capitano della squadra dal 1969 al 1979. Da allenatore ha guidato la Pallacanestro Cantù dal 1984 al 1990 raggiungendo una Finale di Coppa Korac nel 1989.

Il Charlie è inoltre uno degli allenatori più titolati del basket italiano ed europeo avendo vinto tre Scudetti con tre squadre differenti (Pallacanestro Varese nel 1999, Fortitudo Bologna nel 2000 e Mens Sana Siena nel 2004), record riuscito solamente a un altro grande nome della pallacanestro tricolore come Valerio Bianchini. Ha anche guidato la Nazionale Italiana dal 2001 al 2009 conquistando una medaglia di bronzo ai Campionati Europei del 2003 e una medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene nel 2004.

Charlie ha firmato con la Pallacanestro Cantù un accordo valido anche per la prossima stagione.