CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lipomo, operaio arrestato: spacciava dosi nel bar affollato di clienti foto

I militari di Albate lo sorprendono nel locale, poi salta fuori stupefacente dall'auto e dalla casa: hashish all'interno anche di un letto a molle.

I carabinieri della Stazione di Albate, collaborati dal nucleo cinofili del Gruppo della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, hanno eseguito un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti: a finire nei guai un operaio 42enne di Lipomo.

Quest’ultimo è stato sorpreso cedere, ad un ragazzo di Albese con Cassano, nella circostanza segnalato alla Prefettura quale assuntore, 1 grammo di hashish. Il tutto è avvenuto all’esterno di un bar di Lipomo, in quel momento affollato di clienti tra i quali l’uomo credeva di nascondersi e passare inosservato. Ma così non è stato poiché è stato colto in flagranza dai militari. Nella circostanza è stato dapprima sottoposto a perquisizione personale e rinvenuto in possesso di 13 dosi del medesimo stupefacente prima ceduto e della somma contante di 160 euro. Successivamente, la perquisizione è stata estesa all’automezzo sul quale sono state rinvenute ulteriori 3 dosi, per complessivi 15 grammi. Infine, la perquisizione è stata estesa anche all’abitazione ed al magazzino dell’operaio di Lipomo ove sono stati recuperati complessivamente 145 gr di hashish – 4 grammi erano nascosti in un materasso di un lettino a molle all’interno dell’abitazione ed il restante quantitativo, composto da un pezzo di 105 grammi all’interno di un borsello occultato tra gli attrezzi da lavoro del magazzino.

Complessivamente sono stati rinvenuti e sequestrati 230 gr di hashish e la somma contante di 660 euro in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio secondo i militari