CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Donatella e Andrea, due fotografi comaschi in mostra a Londra

Più informazioni su

Giovani e preparati, altro che bamboccioniDonatella Simonetti e Andrea Silva, entrambi fotografi, entrambi comaschi, entrambi “sulla strada” buona che coroni il desiderio di vivere d’arte, come Tosca di Puccini, o, almeno dia un senso ad anni di studio e passione.

Sembra che questa strada, al momento, passi da Londra, Chelsea Town Hall, dal 24 al 27 febbraio per Parallax Art Fair, un’importante fiera d’arte contemporanea alla quale i due fotografi comaschi sono stati invitati.

Donatella espone due fotografie rappresentative di due suoi lavori, uno sulla città di Palermo ed in particolare l’ installazione di Kounellis a Palazzo Riso, l’altro, in collaborazione con l’azienda Mantero, è una serie particolare intitolata ‘Movements’. Le fotografie rappresentano al meglio le specializzazioni di Donatella: l’architettura e il tessile.

fotografi comaschi londra

Per quanto riguarda le fotografie esposte di Andrea Silva, ritraggono scorci di Venezia e Bellagio con una tecnica che tocca da vicino il colore.

fotografi comaschi londra

Donatella e Andrea lavorano sia indipendentemente che in collaborazione con un’interessante intesa creativa alimentata dalla passione per l’arte e da una comune sensibilità. “Le tematiche che affrontiamo, gli spazi, i viaggi e i nostri splendidi tessuti ci danno spesso nuove idee di progetti. Ed è stata proprio la città di Como a legarci perchè insieme abbiamo collaborato con le nostre immagini alla realizzazione di un libro ‘Como si racconta.. 41 storie dalla città’ edito da Ibis qualche anno fa, ed interessante è stato scoprire i punti di vista diversi, i diversi approcci alla fotografia” dice Donatella“Abbiamo due stili diversi accomunati dallo stesso amore per la fotografia” è la conclusione di Andrea, che in riferimento al viaggio londinese ha le idee chiare “Quest’occasione ci offre sicuramente l’opportunità di confrontarci con un’ambiente di fermento creativo internazionale”.

 

Più informazioni su