CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, non risponde al telefono: trovato morto in casa monsignor Bataloni foto

E' successo stamane in via Garibaldi, centro città. Arrivano i pompieri con l'autoscala e l'ambulanza del 118, ma per l'uomo non c'era più nulla da fare. Stasera Rosario, cordoglio in Diocesi

Non rispondeva al telefono ed anch al campanello della sua abitazione. I familiari, preoccupati, hanno dato l’allarme stamane ai pompieri. E sono stati loro, arrivati in via Garibaldi 24 a Como con l’autoscala, a fare la brutta scoperta: lo hanno trovato morto. Non una pensionata come ipotizzato inizialmente, ma l’ex Arcipete della Diocesi di Como Monsignor Bataloni

Per entrare dalla finestra i vigili del fuoco hanno utilizzato l’autoscala. In via Garibaldi stamane la loro presenza ha suscitato curiosità. Molti ad osservare l’intervento. Il corpo del religioso è stato poi portato via dall’ambulanza del 118, arrivata anche lei in posto dopo l’allarme lanciato dai familiari.

Monsignor Lorenzo Bataloni, arciprete emerito della Cattedrale e canonico onorario. Nato a Ischia di Castro (in provincia di Viterbo), il 10 agosto 1937, venne ordinato sacerdote il 28 giugno del 1964. Come primo incarico fu vicario a Cernobbio, fino al 1966; poi a Olgiate Comasco, dal 1966 al 1976. In seguito, dal 1976, fino a 2002, fu parroco a San Fermo della Battaglia. Poi, per dieci anni, dal 2002 al 2012, è stato arciprete della Cattedrale. Monsignor Bataloni è sempre stato un sacerdote molto amato, apprezzato anche per la sua competenza in ambito musicale. È deceduto improvvisamente, per un malore, nella sua casa di via Garibaldi, a Como. A trovarlo,  questa mattina, i suoi confratelli sacerdoti, preoccupati per la sua assenza in Cattedrale. «Il Capitolo del Duomo con i familiari – si legge nella homepage del sito della Cattedrale di Como – affidano al Signore risorto monsignor Lorenzo Bataloni». Questa sera, martedì 7 febbraio, alle ore 20.30, in Cattedrale, la preghiera del Santo Rosario in suffragio del defunto come informa il Settimanale della Diocesi online

Foto di Monsignor Bataloni dal Settimanale online