CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ci pensa la pioggia a pulire l’aria di Como: inutili i provvedimenti del Comune foto

Precipitazione da ieri sera sulla città, scende il livello dello smog mentre Palazzo Cernezzi dirama l'elenco delle vetture "fuorilegge". Non si vedeva l'acqua da un mese.

Era annunciata, è arrivata. Attesa e provvidenziale. In aiuto al Comune di Como che proprio ieri – perchè la legge esistente dice così, tutto regolare ci mancherebbe altro – ha deciso i provvedimento antismog dopo giorni di “picchi” elevati di inquinanti nell’aria. Da oggi, dunque, l’elemento più naturale che ci sia e che mancava da oltre un mese provvederà a sistemare le cose ed a fare scendere le concentrazioni di Pm10. I primi dati dopo mezzogiorno anche se per attendere il miglioramento concreto i dovrà attendere quasi certamente domani.

E, di fatto, diventano inutili – anche se di fatto esistenti a tutti gli effetti – i provvedimenti adottati da Palazzo Cernezzi (vedi precedente lancio) per limitare lo smog. Riguardano, per estrema sintesi, i veicoli più “vecchi” in circolazione sulle strade. Inutili anche perchè, per ammissione dello stesso comandante della polizia locale Ghezzo, la volta precedente che sono stati adottati non hanno avuto un riscontro pratico in quanto sono pochi gli agenti a disposizione del comando per poter fare anche i controlli in strada. Ma tant’è. A mandare via polemiche e inquinamento ci dovrebbe pensare la pioggia che sta cadendo da ieri sera su tutta la città ed hinterland.