CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Nano Nasaccio” una magnifica storia adatta a tutta la famiglia

Più informazioni su

Prosegue con successo la Stagione 2016/17 dedicata alle Famiglie al Teatro Sociale di Como.

La stagione “Sociale Famiglie” è finalizzata da sempre alla sensibilizzazione e al coinvolgimento dei bambini e delle loro famiglie al mondo del teatro, attraverso proposte studiate appositamente per loro e in grado di regalare momenti unici che resteranno nella mente come ricordi meravigliosi.

 

Domenica pomeriggio la fiaba in Grammelot “NANO NASACCIO è uno spettacolo liberamente tratto dall’omonimo racconto di Wilhelm Hauff di e con Carla Giovannone.

Il protagonista della storia è un bambino, Gioacchino, il figlio di una fruttivendola che spesso aiuta la madre al banco di frutta e verdura nei giovedì di mercato. Un giorno si imbatte in una vecchia arcigna venuta a comprare delle verdure; non trovando quel che cerca, la scontrosa cliente si lamenta della cattiva qualità della mercanzia, scatenando l’ira del fanciullo che la canzona per il suo brutto aspetto.

Allora la vecchia signora, risentita, acquista qualche cavolo, ma pretende che il ragazzo l’aiuti a portare la spesa fino a casa, dove, gli promette, avrà una degna ricompensa.
E in effetti, non appena varcata la soglia di casa, la strana vecchia comincia a cucinare la sbobba alla sultana, che serve poi al povero Gioacchino, facendolo piombare in un sonno profondo: sogna di lavorare al servizio della vecchia megera e di imparare a cucinare.
Al risveglio, Gioacchino corre di nuovo al mercato dalla madre che però non lo riconosce e lo scaccia: grazie alla pietanza magica, infatti, si è trasformato in un nano con il naso grosso. Il suo sembra un destino infelice, ormai brutto e solo, ma presto il ragazzo viene a sapere che il cuoco del granduca è stato licenziato e così si propone come suo sostituto.

È proprio nelle cucine reali che Gioacchino trova il riscatto diventando un famoso chef; ma la sorte lo costringe a cimentarsi con la sbobba alla sultana, il piatto desiderato dal granduca che nessuno è mai riuscito a cucinare. Riuscirà nell’impresa il Nano Nasaccio?

nano nasaccio teatro

Il testo teatrale è recitato interamente in grammelot, un linguaggio teatrale, inventato arbitrariamente dall’attore che lo recita o dal drammaturgo che lo scrive. Generalmente il grammelot prende le mosse da un linguaggio o da un dialetto, di cui ricalca i suoni onomatopeici, li mischia con altri linguaggi o altri nonsense, ricavandone una forma espressiva completamente nuova, ma dal potente impatto emotivo.

E a fine spettacolo d NON perdere c’è la “Merenda del Granduca”: una golosa sorpresa per tutti!

 

“NANO NASACCIO. Una fiaba in Grammelot”

Domenica 5 febbraio, ore 16.00, Sala Bianca

Una magnifica storia adatta a tutta la famiglia

Spettacolo per bambini dai 6 anni in su.

Biglietti: adulto 10,00€ / bambino 8,00€

I biglietti sono in vendita online sul sito www.teatrosocialecomo.it e presso la Biglietteria del Teatro Sociale, secondo il consueto orario d’apertura.

Informazioni: biglietteria@teatrosocialecomo.it

Più informazioni su