CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Mozzate: droga al figlio, i genitori chiedono aiuto ai carabinieri. Arrestato spacciatore. foto

La famiglia si rivolge ai militari e, dopo il fermo, li ringrazia. Il figlio ha accusato di recente problemi legati all'assunzione di sostanze proibite

I carabinieri della stazione di Mozzate hanno tratto in arresto uno spacciatore quarantenne  residente a Milano. L’uomo è stato sopreso in possesso di 16 grammi di “mefedrone”, una droga sintetica, in parte simile alla cocaina, che può avere effetti molto gravi sull’apparato cardiocircolatorio e digerente.

L’arresto è avvenuto a seguito di una segnalazione da parte della famiglia di un giovane, un trentenne di Mozzate, che qualche giorno fa aveva accusato alcuni disturbi che gli esperti dell’ospedale avevano ricondotto all’assunzione di droghe, avvenuta poco prima.

Da qui la mamma del ragazzo, preoccupata, si è rivolta ai carabinieri di Mozzate che hanno avviato subito le indagini del caso. E’ emerso che il figlio frequentava uno spacciatore di Milano, con precedenti sempre per droga, che in cambio di prestazioni sessuali, condivideva il mefedrone.

Ieri sera i carabinieri si sono appstati nei pressi dell’abitazione del trentemme, hanno aspettato l’arrivo dello spacciatore, che è stato perquisito e trovato in possesso di tre bustine di plastica contenenti droga. L’uomo è stato arrestato e portato al Bassone. Per lui l’accusa di detenzione ai fini di spaccio.

La famiglia del giovane ha ringraziato i militari per averli aiutati.