CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Gloria: a che punto siamo! Tutti possiamo fare qualcosa per salvare il vecchio cinema foto

 

Spazio Gloria, A che punto siamo. E’ un appello ai soci e alla città, e al tempo stesso una domanda,  che il direttivo del Circolo Arci Xanadù si fa consultando i “libri contabili” dove c’è il rosso fisso nonostante i tentativi di raddrizzare la situazione che Enzo D’Antuono, presidente, e gli altri attivisti del circolo hanno messo in campo negli ultimi anni. I problemi sono annosi e dipendono dall’adeguamento della struttura e i costi necessari per ottenere il nulla osta definitivo all’attività extra cinematografica. La sola biglietteria non può reperire l’ammontare necessario e basta, forse, per la gestione ordinaria. Sperare in un incremento dei biglietti attraverso proiezioni di prima visione è impossibile ora che a 200 metri è aperto un multisala attrezzatissimo, e la programmazione alternativa di qualità che lo Spazio Gloria offre in questi mesi non riesce a colmare il calo di spettatori.

Il prossimo 27 gennaio saranno 10 anni di vita del Circolo Arci Xanadù la cui storia rischia seriamente di fermarsi lì. Direttivo e  soci hanno due mesi per trovare risorse come dice il presidente nella lettera che proponiamo qui sotto, ma anche i cittadini possono e devono fare qualche cosa per conservare un luogo di cultura e aggregazione come lo Spazio Gloria (ricordiamo sommessamente che se il Circolo Arci che lo gestisce cesserà l’attività il glorioso Gloria potrebbe essere l’ennesimo rudere da rubricare in città, ma potrebbe anche diventare una moschea come si era ventilato prima che il circolo ne rilevasse la gestione).

Per il prossimo Natale pensare ad un regalo culturale, sicuramente gradito, come un carnet di biglietti per il cinema non è un’idea così cretina. Pensateci.

 

A CHE PUNTO SIAMO

Care socie, cari soci,

a settembre, alla ripresa delle attività, vi abbiamo informato sulla situazione di grave crisi economica in cui si trovava lo Spazio Gloria e di come la prevista riapertura della multisala di Camerlata avrebbe aggravato una situazione già molto difficile.

Vi abbiamo anche informato delle azioni che stavamo mettendo in campo per provare ad uscire da questo stato. Oggi a distanza di due mesi siamo a fare il punto della situazione:

 

a fine ottobre abbiamo presentato a Fondazione Cariplo il progetto Connessioni controcorrente (il testo è consultabile sul sito), un progetto corposo che se approvato, ci darà per tre anni qualche risorsa per attività e qualche risorsa per gli adeguamenti, ma il cui esito si  conoscerà solo a fine anno. 

Nel frattempo visto che la proposta di convenzione che avevamo avanzato non è mai stata presa in considerazione, abbiamo cercato di stringere con l’Amministrazione comunale con la richiesta di un contributo straordinario, ma anche questo è impossibile pare per questioni burocratiche-amministrative.

A settembre abbiamo lanciato una campagna di raccolta fondi legata alla lotteria annuale del circolo con lo slogan “Sostieni il Gloria vinci un cinema!”;  l’obiettivo è la vendita di 10.000 biglietti, un obiettivo ambizioso ma possibile visto il numero di soci (circa 3000) del circolo e vista la popolarità dello Spazio Gloria; ad oggi sono stati venduti circa 2000 biglietti, molto lontani dalla soglia prevista.

 

Insomma le cose non stanno andando come sperato e, se alle incertezze di cui sopra,  sommiamo il calo di spettatori che stiamo registrando, nonostante una programmazione ricca, fatta di film in prima visione, film di qualità, film d’arte ed eventi vari; il quadro si completa, e non è certo un bel quadro. 

Ci siamo dati il 27 gennaio 2017 come data limite entro cui poter fare le giuste valutazioni sulla possibilità di prosieguo di questa esperienza; entro quella data sapremo se il progetto è stato approvato e valutato, se la campagna raccolta fondi ha dato il risultato sperato, se altre azioni che abbiamo intrapreso, come la richiesta di riconoscimento come cinema d’essai e  schermo di qualità avranno avuto buon esito.

Il 27 gennaio Xanadù – Spazio Gloria compirà 10 anni e, comunque vadano le cose, pensiamo vadano festeggiati degnamente. Abbiamo pensato ad una grande festa, una settimana intera che comincerà il 21 gennaio con il tributo a De Andrè e si concluderà il 27 gennaio con l’incontro con l’attore Valerio Mastandrea che volentieri si è offerto come testimonial della nostra battaglia; nel mezzo ci sarà musica, cinema, ospiti e incontri, per rappresentare al meglio quello che Spazio Gloria è, quel che può essere, e quel che potremmo perderci.

 

Ma intanto vogliamo dare nuovo vigore alla lotteria arricchendola di una nuova promozione:

“A Natale fai un regalo al tuo circolo” 

a partire da dicembre regaleremo una stampa celebrativa dei 10 anni di Spazio Gloria, realizzata per noi dall’artista comasco Fabrizio Musa, a chi acquisterà almeno 5 biglietti della lotteria

Pensiamo che la battaglia che stiamo conducendo abbia un importante valore simbolico  che  va oltre lo Spazio Gloria stesso; si tratta di capire se esiste ancora uno spazio per esperienze, progettualità e luoghi di cultura e incontro non omologati al mercato e ai suoi dettami, se esperienze no profit e di autorganizzazione, sono ancora possibili. 

 

Noi ci crediamo!!

 

ARCI Xanadù