CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, giardini a lago: la giunta dice si alla riqualificazione, come sarà foto

Intervento da un milione e mezzo di euro, parte dello stanziamento sarà fatto da un bando regionale. Il dettaglio degli interventi da fare.

I giardini a lago di Como saranno interessati nel corso dei prossimi tre anni da un investimento complessivo di un milione e mezzo di euro. Il progetto di riqualificazione è stato approvato oggi, in via preliminare, dalla giunta su proposta dell’assessore ai Parchi e Giardini Daniela Gerosa. L’intervento rientra nell’ambito del bando regionale che per i giardini a lago ha stanziato un contributo di 380mila euro. Tra i finanziamenti va segnalato anche l’utilizzo di una quota di 600mila euro relativa all’imposta di soggiorno come concordato con gli albergatori.

IL DETTAGLIO DEL PROGETTO

Il progetto di riqualificazione interessa viale Mafalda di Savoia, la diga foranea, lungolario Trento, via Vittorio Veneto, viale Puecher e l’area tra il Monumento ai Caduti e il Tempio Voltiano. Gli obiettivi sono lo sviluppo del tema della luce e la riqualificazione degli impianti di illuminazione (in particolare l’area diventerà il luogo prescelto per la posa di installazioni luminose); il ridisegno dei percorsi pedonali e/o ciclabili garantendo l’accessibilità ai diversamente abili; l’adeguamento del sistema di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche; la riqualificazione delle aree a verde compresi i prati; il rifacimento dell’impianto di irrigazione con sistema di telecontrollo; la riqualificazione dei filari alberati di viale Vittorio Veneto, viale Marconi e viale Mafalda di Savoia; il rifacimento dell’area giochi con l’integrazione/sostituzione dei giochi esistenti; la riqualificazione degli elementi di arredo; l’eliminazione delle recinzioni delle aiuole; la riqualificazione delle pavimentazioni; il sistema di controllo degli accessi veicolari.

Considerata l’importanza dell’area, la giunta ha deciso di procedere con un concorso di progettazione. “Si tratta di una delle aree di maggior importanza sia dal punto di vista paesaggistico e turistico che da quello storico, artistico e culturale – spiega l’assessore Daniela Gerosa – Il progetto interesserà più ambiti sviluppati intorno al tema della luce. Nuovi impianti e installazioni luminose consentiranno di aumentare la sicurezza dell’area, valorizzare la scenografia del luogo e dei monumenti”.