CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

8208 Light Design Festival presenta il simposio internazionale “Luce nello spazio pubblico”

Ultima settimana del festival dedicato ad Alessandro Volta e alla luce 8208 Lighting Design Festival a Como. Prima che si spengano le 5 installazioni luminose in città, c’è ancora spazio per diversi eventi in calendario.

Mercoledì 23 novembre all’Accademia di Belle Arti Aldo Galli – IED Como è in programma una giornata dedicata al lighting design nello spazio pubblico e nei beni culturali che vedrà protagonisti alcuni dei maggiori esperti e studiosi italiani e stranieri.

Il pomeriggio si apre alle ore 14.00 con Gianni Forcolini, architetto designer e ricercatore e professore di Lighting Design al Politecnico di Milano, che presenterà il suo libro “Led e Oled. Le nuove tecnologie al servizio del lighting design”, dialogando con Raffaella Porta (direttrice Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como).

LED e OLED si confermano oggi come le sorgenti luminose del nuovo secolo. Offrono ottime prestazioni di ordine energetico e gestionale: efficienza, affidabilità, flessibilità d’uso, durata, sicurezza, eco-compatibilità. Così nel volgere di pochi anni è cambiato il modo di progettare e realizzare gli impianti di illuminazione. Le nuove sorgenti luminose, il cui funzionamento è basato sui principi dell’elettronica di bassa potenza, hanno soppiantato i consolidati prodotti della tradizione illuminotecnica.

8208 lighting design festival

A seguire, dalle 15.00 alle 18.00, si terrà un simposio con relatori internazionali che si confronteranno (in lingua inglese) sul tema della luce relativo allo spazio pubblico e ai beni culturali con la partecipazione di professori provenienti da università internazionali. L’incontro è coordinato da Matteo Montini, Project manager di 8208 Lighting design Festival.

Federico Favero, professore al KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma, racconterà le “Lighting experiences from the nordics: well-being and design”, evidenziando come il lighting design sia un tema particolarmente rilevante nei paesi del Nord per via dell’estrema varierà naturale delle stagioni (dalle lunghe notti invernali fino ai luminosi giorni estivi senza fine), condizioni che colpiscono l’immaginazione ed innescano l’innovazione. Il Professor Favero porterà anche alcuni esempi dalla sua attività di insegnamento e ricerca.

Il secondo protagonista del simposio è  il professor Thomas Römhild della Hochschule Wismar, University of Technology, Business and Design, Berlino, che affronterà il tema “Dynamic light, the benefit of a not steady light in public”, spiegando l’importanza di rendere dinamiche le luci negli spazi pubblici di notte invece che fisse, per andare incontro ai bisogni sociali che cambiano nel corso della notte, ma anche aumentando la qualità della luce e salvando energia.

Concluderà il pomeriggio l’intervento di Marco Frascarolo, lighting designer che ha curato il progetto della nuova illuminazione della Cappella Sistina, della Basilica di S. Francesco di Assisi e le linee guida per la nuova illuminazione del Colosseo, professore al Master in lighting design presso “La Sapienza” di Roma e direttore del  lighting design lab all’università di Roma Tre. Frascarolo parlerà di ”Light for cultural heritage: conservation, enhancement and story telling”, per raccontare partendo dalla sua esperienza, come la luce possa essere usata con un significato neutrale – per garantire la più corretta percezione dell’architettura e della opere d’arte, come nei progetti per la Cappella Sistina e la Basilica di San Francesco – ma possa anche essere usata con un significato dinamico, come nelle linee guida per il Colosseo, per raccontare e sviluppare durante la notte una storia che esprime contenuti invisibili durante il giorno.

 

Sabato 26 novembre (ore 21) nella nuova al del Mercato Coperto ci sarà il Closing del festival. Nell’evento finale saranno presentati progetti audio visivi di artisti nazionali e internazionali che sperimentano la contaminazione tra luce, visual e musica, riconfigurando la percezione dello spazio tramite progetti di architectural lighting design.

Si tratterà di un evento unico: per la prima volta infatti il nuovo padiglione del mercato coperto di via Mentana ospiterà uno spettacolo di questo genere, facendo vivere questo spazio – finora chiuso alla città – in maniera ancora più inedita.

I posti disponibili per la serata – gratuita ma con prenotazione obbligatoria poichè i posti sono limitati – sono andati esauriti tutti nel giro di poche ore.

L’evento è realizzato in collaborazione con MARKER e wow music festival.

La line up della serata: Byetone (Premiere Italiana di Universal Music A/V show), Fountain of Chaos (A/V performance), Moth Club (Live set)

 

Il programma completo di 8208 Lighting Design festival è visibile  su www.8208.it

Ingresso libero.