CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Vendita di auto a Como, un triennio di ripresa

Più informazioni su

Il mercato automobilistico della provincia di Como ed in generale in Lombardia è stato segnato, negli ultimi anni, da andamenti oscillanti. Osservando anche il più ampio quadro italiano ed europeo, infatti, si nota come le variazioni economiche abbiano impattato decisamente sull’andamento del settore sia localmente che nel resto del continente.

La fine del decennio scorso ha segnato l’inizio di una grave crisi economica, la quale ha colpito per primi gli ordinativi di beni durevoli quali le automobili. I professionisti del settore hanno iniziato ad avvertire la recessione nel 2009, ma questa è culminata poi nel 2012: i volumi di vendita di quell’anno sono stati infatti così esigui da segnare un ritorno allo stato del settore nel 1979.

Il mercato dell’usato ha complessivamente retto l’urto della crisi, grazie anche alla diffusione dei nuovi strumenti digitali per la compravendita di veicoli. In primo luogo si sono infatti affermati i portali online dove pubblicare annunci di vendita e ricercare acquirenti per la propria vettura, il che ha reso più facili le comunicazioni nel settore tra privati. Dall’altra parte, poi, anche i compro auto usate in Lombardia hanno decisamente aumentato la propria quota di mercato, fidelizzando molti clienti e rispondendo bene alle nuove esigenze dei consumatori.

Mentre le auto usate vedevano i propri ordinativi giacere in un limbo sostanziale, più drastica è stata la situazione sul fronte delle prime immatricolazioni: queste sono calate a picco, diminuendo di anno in anno fino al 2014. L’ultimo trimestre di due anni fa, poi, ha finalmente segnato la svolta che gli operatori del settore stavano aspettando. Grazie alle nuove politiche dei costruttori, ora più attenti ai consumi e alla disponibilità di finanziamenti agevolati per i clienti finali, è stato infatti possibile ritornare ad un aumento della domanda che ha dato slancio al biennio successivo.

Dopo i primi segnali positivi giunti dall’ultimo trimestre del 2014, è stata l’alba di un nuovo inizio per tutti gli operatori del settore. Nel 2015 in provincia di Como sono aumentati del 4,86% i passaggi di proprietà, un aumento che si traduce in ben 1.256 automobili su una popolazione che conta meno di 600mila unità. Un risultato ancora più interessante e migliore di tutte le previsioni ha poi riguardato le prime immatricolazioni: ben 2.221 nuove auto vendute, quasi un +14% rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda l’anno in corso, malgrado il 2016 non si sia ancora concluso è già possibile effettuare delle stime confrontando i dati parziali dei primi nove mesi pubblicati dall’ACI con quelli di fine 2015. In tutto l’anno scorso avevano cambiato proprietario poco più di 27mila auto usate, mentre nel periodo gennaio-settembre 2016 si sono già registrati 20.432 passaggi di proprietà. Considerando che i mesi estivi sono sempre meno intensi negli scambi commerciali di quelli invernali, è plausibile ipotizzare che anche l’anno in corso si concluda con un aumento del 4-5% su base annua. Anche sul fronte delle auto nuove i dati sono molto positivi: le 19.295 auto vendute in provincia di Como nel 2015 sono infatti affiancate da più di 16mila nuove iscrizioni nel periodo gennaio-settembre 2016; anche per l’anno in corso, dunque, pare lecito aspettarsi un aumento che potrebbe attestarsi intorno al 7-8%.

Più informazioni su