CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Industria e economia del farmaco: se ne parla a Como, all’Insubria il “Pharma Day”

Una giornata di studio sulla realtà dell’industria e dell’economia del farmaco. La Scuola di Dottorato, in particolare, il Corso di Dottorato in Scienze Chimiche e Ambientali (DISCA) dell’Università degli Studi dell’Insubria organizzano per venerdì 18 novembre, a partire dalle 9,30 nella sede di Via Valleggio 11, a Como (Aula VA3)  “Pharma Day”, una giornata di studio sulla realtà dell’industria e dell’economia del farmaco in Italia e in Europa, a cura del Professor Norberto Masciocchi, coordinatore del DISCA.

“L’alta formazione tecnico-scientifica proposta ai dottorandi dell’Ateneo viene da alcuni anni affiancata dall’organizzazione di eventi di carattere interdisciplinare, che trattano di temi di interesse comune, strategici per lo sviluppo dell’intera Società» spiega il professor Norberto Masciocchi. «Ad esempio qualche mese fa abbiamo organizzato la giornata dedicata a “Energia ed Ambiente”. L’iniziativa – che ha affrontato tematiche di assoluto interesse per l’intera comunità – si è conclusa con ben tre rappresentazioni teatrali (coordinate dal To.Sca.Lab, un’iniziativa scientifica congiunta tra Insubria e CNR) dal titolo “Luce dalle stelle” – continua Masciocchi – che ha richiamato circa un migliaio di presenze, studenti delle Scuole Superiori inclusi. Nella giornata di venerdì prossimo, nell’ottica di proporre temi alternativi, ci siamo focalizzati sul mondo farmaceutico, invitando relatori di alto profilo, che tratteranno di farmaci per prevenire l’invecchiamento, per malattie neglette e di problemi inerenti allo sviluppo e alla tutela intellettuale di prodotti (agro)farmaceutici”.

Si alterneranno esperti di provenienza aziendale ed accademica: in particolare, W.alter Cabri parlerà di “Malattie neglette e tropicali: Farmaci per il terzo mondo”; Roberto Di Domenico tratterà il tema “L’evoluzione del panorama farmaceutico mondiale nei prossimi 15-20 anni: quo iremus?”; Vincenzo Di Cataldo illustrerà la “Creazione di nuovi farmaci e regole di incentivazione: i brevetti”; Elisabetta Garatti e Giovanni Pozzi si soffermeranno su “Lo sviluppo di un agro farmaco. Mela della Discordia?”. Infine chiuderà i lavori l’intervento di Paola Minghetti, sul tema “Quali regole per garantire la competitività dell’industria farmaceutica e la tutela dei pazienti?”.

La giornata a ingresso libero è aperta a tutti