CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Pool Libertas, che peccato: buttata via l’occasione per restare in vetta foto

Una partita dai due volti quella che si è svolta questa sera sul campo del PalaParini di Cantù. Il Pool Libertas (A2 maschile di volley) lotta per due set e mezzo, ma è la Conad a portare a casa i 3 punti reagendo all’infortunio alla caviglia di Dolfo, avvenuto nel corso del terzo set. A differenza della sconfitta interna patita contro Civita Castellana, questa volta i brianzoli si sono spenti sul finire del terzo parziale gettando al vento un’occasione ghiotta per vincere un match ampiamente alla portata. Dall’altra parte, Reggio Emilia si conferma “ammazza capoliste” con le due vittorie contro Brescia e al Parini.

Parte subito in campo il giovane Cordano, che sostituisce capitan Gerosa alle prese con i postumi dell’infortunio subito settimana scorsa nel match contro Montecchio Maggiore. Si parte con le due squadre appaiate nel punteggio (4-4). Caio e Richards accelerano, e il Pool Libertas, con un parziale di 8-2, vola sul 12-6. La Conad non molla, e riesce a rosicchiare qualche punto con Kody e Silva portandosi a -4 (16-12). Doppio cambio per Coach Costi, con Soli e Rossatti che entrano per Kody e Beccaro. Sul 16-13 il video check, appena chiamato da Reggio Emilia per palla in/out, si impalla, e non verrà più usato per il resto della partita. Al secondo errore consecutivo dei suoi, Coach Costi chiama il suo secondo time-out discrezionale. Al suo rientro in campo, Kody segna il -2 (19-17), e Coach Della Rosa chiama time-out. Un attacco fuori dall’antenna di Caio a chiusura di una lunga azione, e Reggio Emilia è sotto (20-19). Si prosegue con le due squadre che rispondono punto su punto. È Caio a chiudere il set alla prima occasione (25-23).

Inizia il secondo set con l’aggiunta del video check, e Reggio va subito 3-0 aiutata da uno scatenato Kody. Il Pool Libertas non riesce a reagire, e la Conad vola sul +5 (1-6). Coach Della Rosa chiama subito il suo primo time-out discrezionale. Alborghetti suona la carica, e un attacco di Riva chiude il parziale di 4-0 che permette a Cantù di riportarsi sotto (5-7). I reggiani provano a scappare via di nuovo (6-10), ma i canturini non mollano e un muro di Richards sigilla l’8-10. Un ace di Monguzzi ed è 10-11. Un palleggio doppio fischiato a Norbedo e la rincorsa canturina si conclude (12-12). Tre errori consecutivi dei padroni di casa aiutano Reggio a riportarsi avanti (12-15). Un attacco in campo di poco di Dolfo, e gli ospiti vanno avanti di (12-16). Coach Della Rosa chiama così i suo secondo time-out discrezionale. Richards interrompe la striscia positiva ospite (parziale di 0-5), e con il suo turno in battuta Cantù si riporta a -2 (15-17). Gerosa fa il suo ingresso in campo al posto di Cordano in battuta. Il punto numero 100 per Caio in Serie A2 sigilla il pareggio canturino (19-19), e Coach Costi chiama time-out. La Conad si lancia avanti con Cargioli e Dolfo (21-24). Il video check conferma l’attacco out di Dolfo per il 23-24, ma la battuta in rete di Caio consegna il set agli ospiti (23-25) e porta la partita in parità.

Gerosa confermato in campo nel terzo set, ed è il Pool Libertas a partire subito forte con uno scatenato Riva (7-2). Coach Costi è pertanto costretto a chiamare subito il suo primo time-out discrezionale. Si prosegue al rientro con le due squadre che si ribattono punto su punto. Non appena Reggio riesce a recuperare un paio di punti, il Pool Libertas li ricaccia indietro. Sul 14-9, ricadendo da muro, Dolfo si infortuna a una caviglia ed è costretto a lasciare il campo a Rossatti tra gli applausi del Parini. La Conad non sembra patire l’assenza del suo schiacciatore, e continua a non mollare e ribattere a ogni punto di Cantù. Un’invasione aerea di Beccaro manda i padroni di casa sul +6 (19-13), e Coach Costi chiama il suo secondo time-out discrezionale. Alborghetti mura Kody per il +7. Reggio rosicchia qualche punto, e Coach Della Rosa interrompe la rincorsa ospite con un time-out. Reggio non molla, e si rifà sotto (22-21), aiutata anche da alcune imprecisioni nella metà campo canturina. Caio guadagna il primo set point per i canturini chiudendo con un bell’attacco un’azione lunga e combattuta. Rossatti mura Riva e si va ai vantaggi. Un attacco mani out di Kody fa guadagnare ai suoi il primo vantaggio del set (24-25), e Coach Della Rosa chiama il suo secondo time-out discrezionale. Al rientro si continua a lottare su ogni pallone, ma è Cargioli a chiudere il set per i suoi con un attacco in primo tempo e un muro su Richards (27-29).

Nel quarto set rimangono in campo per Reggio Soli e Rossatti per Beccaro e Dolfo. Si parte, ed è la Conad a prendere il primo break di vantaggio (1-3). Cantù non molla, ma non riesce a recuperare lo svantaggio, che, anzi, aumenta costringendo Coach Della Rosa a chiamare il suo primo time-out discrezionale (4-8). Due punti di fila di Richards, e il Pool Libertas si rifà sotto (6-8), ma i canturini vengono ricacciati subito indietro da Kody (6-10). Un pasticcio in ricezione e Reggio va sul +5. Il Pool Libertas continua a lottare punto su punto, ma la Conad ribatte colpo su colpo. Due attacchi di Richards e Cantù si avvicina (13-16). Coach Costi non vuole rischiare, e chiama il suo primo time-out discrezionale. L’australiano continua a imperversare in attacco e i padroni di casa vanno sul -2 alla fine di un parziale di 4-0. Kody non ci sta, e gli ospiti si riportano avanti, aiutati anche da un errore in attacco di Richards. Con la Conad avanti di 5 (14-19), Coach Della Rosa chiama il suo secondo time-out discrezionale. Al rientro dal tempo di sospensione Reggio Emilia resta concentrata e vola sul +8 (14-22). Richards tiene a galla i suoi, Cominetti con due attacchi consecutivi rosicchia qualcosa, ma è una veloce di Norbedo a consegnare set e partita alla Conad Reggio Emilia (18-25).

Questo il commento di coach Della Rosa a fine match: “Da metà terzo set è scesa l’attenzione, e passare dalla deconcentrazione all’ansia il passo è breve. Abbiamo regalato qualche punto quando eravamo sopra 22 a 17 nel terzo set e loro sono tornati a crederci. Sono stati molto bravi a ricompattarsi dopo l’infortunio di Dolfo, che ha pesato più su di noi perché abbiamo abbassato l’attenzione. Anche questa è una lezione importante nella crescita di questi ragazzi”.

TABELLINO

POOL LIBERTAS CANTU’ 1
CONAD REGGIO EMILIA 3
(25-23, 23-25, 27-29, 18-25)
POOL LIBERTAS CANTU’: Cordano, Caio 20, Riva 10, Richards 19, Monguzzi 7, Alborghetti 8, Butti (L1), Gerosa, Cominetti 3. NE: Mazza, Laneri, Olivati, Boffi (L2). All: Della Rosa, Ass: Redaelli.

CONAD REGGIO EMILIA: Beccaro 1, Kody 24, Dolfo 10, Silva 7, Norbedo 9, Cargioli 9, Morgese (L1), Soli 1, Rossatti 9, Scaltriti. N.E: Suljagic, Miselli, Bevilacqua. All: Costi, Ass: Zambolin

Arbitri Rachela Pristerà di Torino e Angelo Santoro di Varese

Addetta la videoceck Gessica Mamprin