CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Grandate, rubano attrezzi da lavoro. Cermenate, scappano prima di colpire foto

I carabinieri risalgono ai responsabili dopo la descrizione di alcuni testimoni e le immagini delle telecamere. I protagonisti potrebbeo avere colpito anche in altre zone del Lario

Forzano lo sportello del furgone in sosta e se ne vanno con un carico di attrezzi da lavoro. E’ successo nel parcheggio dell’Hotel “Arcade” di Grandate due giorni fa. A seguito dell’evento, raccolta la denuncia della vittima, i Carabinieri della Stazione di Fino Mornasco hanno iniziato a ricercare elementi utili all’identificazione dei responsabili. Preziosissime le testimonianze di alcuni passanti che, non solo hanno notato due persone aggirarsi con fare sospetto proprio intorno al veicolo derubato, ma che hanno fornito una circostanziata descrizione dei due nonché l’autovettura da loro utilizzata per la fuga.

Grazie a questi fondamentali elementi, i militari attraverso la visione delle immagini  dei circuiti di videosorveglianza presenti in zona e sulla base dei pregressi servizi di prevenzione effettuati, hanno accertato l’intestataria dell’autovettura, una donna residente in un “campo Rom” milanese, e hanno identificato i due ladri, parenti della proprietaria, già noti alle forze dell’ordine per simili furti già fatti in zona. H.A. classe 86 e H.G. del 60, entrambi italiani di etnia nomade, sono stati denunciati alla procura di Como, alla quale dovranno rispondere del concorso nel furto aggravato su autovettura.

Sono ancora in corso indagini per cercare di ritrovare la refurtiva e accertare se gli stessi si sono resi responsabili di ulteriori delitti sul territorio.

Nelle ultime ore altro episodio con ladri pronti a colpire: in piena notte quattro persone incappucciate e in possesso di strumenti atti allo scasso sono stati messi in fuga dai Carabinieri della Compagnia di Cantù da una zona periferica e isolata del comune di Cermenate. Alcuni residenti, notando il movimento sospetto dei malviventi, hanno contatto il 112 che faceva convergere sul posto i carabinieri della Compagnia di Cantù. L’intervento immediato delle pattuglie metteva in fuga i malintenzionati che abbandonavano un furgone Mercedes Vito, risultato rubato in zona Milano. Al suo interno, sono stati rinvenuti vari strumenti atti allo scasso, in particolare, piedi di porco, tenaglie, picconi e un coltello. Il materiale sottoposto a sequestro.