CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Bennato lascia a Chiasso la sua mostra sui migranti fotogallery

Giovedì 20 ottobre 2016 Edoardo Bennato ha aperto, con il suo concerto, la stagione del Cine Teatro di Chiasso e, contemporaneamente, aperto la mostra “…IN CAMMINO” con sue opere pittoriche dedicate al tema della migrazione.

Edoardo Bennato, il cantautore dall’animo rock che tutti conoscono, è laureato in architettura e ha frequentato il liceo artistico. Da sempre ha utilizzato altri linguaggi espressivi oltre la musica per esprimere la sua creatività :  la fotografia, la video art,  soprattutto la pittura. Alcune opere sono state create per le copertine dei suoi dischi come “La torre di Babele”, “Rinnegato” o “Io che non sono l’ imperatore”.

 

In genere i suoi quadri, su tela o su carta, sono rigorosamente in bianco e nero, ma recentemente ha avvertito l’esigenza di utilizzare il colore, per la realizzazione di una serie di quadri dal tema : “IN CAMMINO”.
Si tratta di opere su tela che richiamano il tema della migrazione oggi così attuale. I soggetti sono tutti extracomunitari ritratti sulle spiagge delle nostre coste che, spesso derisi, sembrano avere un’eleganza e una dignità a volte superiore a quella dei bagnanti, appartenenti alla cosiddetta “società del benessere” in un mondo occidentale: privilegiato ma confuso, intransigente e spesso egoista ma, soprattutto, impreparato ad affrontare un futuro prossimo, probabilmente senza barriere e confini o razze e che vede…tutti noi “PRONTI A SALPARE”.

edoardo bennato mostra in cammino

Come per la sua attività di “cantautore-contro”, anche nella pittura, Edoardo torna a ribadire con forza la sua libertà assoluta di espressione, scevra di condizionamenti, non priva di una vena critica e paradossale che lo spinge ad utilizzare anche la più grande delle arti, nel tentativo di superare le barriere dei rumori e dell’indifferenza.

“Non esistono le razze, ma una sola famiglia umana, migrata dai luoghi dove la temperatura è più calda a quelli dove il rigore atmosferico ha velocizzato i tempi dell’evoluzione. L’uomo non ha bisogno di inventare, della conoscenza farebbe volentieri a meno, è legata al miglioramento delle proprie condizioni. Non a caso sono al Nord le città più vivibili e moderne del pianeta, mentre verso l’equatore questo numero decresce. Nel 1950, quando le donne nel nostro Sud ancora vestivano di nero, a Oslo invece già conducevano gli autobus. La storia va studiata con la geografia. Non è un problema di buoni e cattivi, ma di umanità adulta e bambina. E poi, prendi “Io Tarzan tu Jane”: tutti sono convinti che la Natura è buona, e gli uomini cattivi. Ma la catena alimentare è di una violenza inaudita, ogni animale sta in agguato per cacciare quello più piccolo di lui. Per ogni mamma leonessa che dà il pasto ai suoi cuccioli ci sono i cuccioli senza mamma di una zebra fatta a pezzi. 
L’uomo cerca disperatamente di sovvertire queste leggi, di instaurare un modello in cui non ci sia sopraffazione, violenza, ma fa fatica.” Edoardo Bennato

Dal 20 ottobre al 13 novembre 2016
Mostra personale di Edoardo Bennato   “… IN CAMMINO”

Entrata libera da martedì a sabato, dalle 17.00 alle 19.00

Cinema Teatro di Chiasso
Via D. Alighieri 3b
Tel. + 41 91 695 09 14