CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ancora tensione a San Rocco: in tre rapinano un volontario, arrestati foto

Violenta discussione tra alcuni dei miranti all'esterno della struttura: alcuni volevano entrare in piena notte senza il pass. I residenti esasperati: rischi per noi alla sera.

Un’altra nottata di forte tensione nella zona di San Rocco a Como. Sono stati i residenti, ormai al limite dell’esasperazione, a segnalare l’ennesimo litigio scoppiato dopo la una all’esterno della struttura che ospita i profughi arrivati nei mesi scorsi. Alcuni di loro, infatti, hanno sentito urla e schiamazzi in strada sotto le abitazioni. Ecco anche un breve video nel quale più che vedere qualcosa si sentono le urla arrivare dalla strada e i momenti di tensione vissuti…..

carabinieri esterno centro san rocco como

Da quanto accertato, si è trattato di un movimentato episodio confermato anche da carabinieri e polizia. Tre ospiti della struttura – tra cui due libanesi – hanno aggredito e picchiato il mediatore culturale della struttura appena questo è uscito. Giunto all’angolo con via Albricci veniva avvicinato dai tre ospiti della struttura, conosciuti solo di vista, che gli intimavano di dargli tutto il denaro che aveva con sé. Poi gli sfilavano dalle tasche il cellulare e portafogli ed il terzo, ad un accenno di reazione, lo malmena facendolo rovinare a terra.

A questa scena ha assitito un altro degli ospiti del centro che ha rincorso i tre riuscendo a fermarne due. Un terzo è riuscito ad entrare nella struttura, ma è stato riconosciuto dalla vittima, nel frattempo tornata al centro per farsi medicare. Gli altri ospiti, saputo l’accaduto, lo hanno prelevato dal suo cantainer e lo hanno portato alla polizia.

Gli intervenuti arrestati tre uomini per rapina impropria li trovano in possesso di 500 euro e del cellulare della vittima. Accompagnati in Questura, oggi processo con rito direttisimo per loro.

Ma i residenti non ne possono più:”Qui ormai non passa notte senza litigi, urla, schiamazzi. Molto spesso – dicono un gruppo di loro alla redazione – si presentano qui ubriachi. E per noi è un problema serio rientrare a casa di sera”.