CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Insegnante morta nel bosco, sotto torchio il fidanzato: pista passionale ? foto

Il ragazzo non avrebbe segnalato alla polizia la sua scomparsa, molte anomalie da chiarire. Gli alunni della donna trovata morta seguiti da uno psicologo in queste ore.

Un delitto passionale ? Oppure una morte per altra causa ? Una delle poche certezze nel giallo del cadavere trovato a Rodero domenica pomeriggio – in una zona di fitta boscaglia – è che qualcuno ha provato a fare sparire il suo corpo. E ora è attivamente ricercato dai carabinieri e dalla polizia cantonale ticinese. La vittima è Nadia Arcudi, 35enne insegnante elemnetare di Stabio in Ticino. Le sue colleghe hanno lanciato l’allarme ieri non vedendola rientrare a scuola dopo il fine settimana. Ora i suoi alunni sono seguiti da uno psicologo. Nella scuola di Stabio forte choc e tante voglia di sapere chi è stato e perchè.

La pista del delitto resta la privilegiata, ma non l’unica come detto. Il decesso potrebbe essere stato causato da altro e non necessariamente da un gesto violento. Fatto sta che l’omicidio passionale resta tra i possibili della lista delle ipotesi e per questo il fidanzato dell’insegnante è stato messo sotto torchio dagli inquirenti. Ma potrebbe anche essere del tutto estraneo alla sua morte. Però alcune cose non quadrano per la scomparsa di Nadia: dal ragazzo, a quanto pare, nessuna segnalazione alla polizia. Sentiti in queste ore anche i parenti dell’insegnante trovata cadavere nel bosco.

L’autopia, disposta dalla Procura di Como per compena territoriale, dovrebbe dare altre risposte e forse un quadro più preciso ad un puzzle difficile da mettere assieme.

(foto da tipress)