CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Pronti a salpare! Il teatro di Chiasso apre con Edoardo Bennato

“Una sola famiglia umana” è quella che invoca, che grida, Edoardo Bennato nel suo ultimo album, Pronti a salpare, con il quale il cantante napoletano aprirà la stagione musicale del Cinema Teatro di Chiasso, giovedì 20 ottobre. 14 testi ispirati anche al dolore umano, primo fra tutti quello che schiaccia i migranti africani e mediorientali. E non stupisce la scelta di questo tema, visto che a sonorità, a strumenti, ormai desueti e che fondono tradizione italiana, suggestioni bassomediterranee, folk and blues da America profonda, il cantautore ha sempre unito una dolorosa attenzione all’uomo e alle sue pulsioni, ma senza mai perdere il ritmo.

Lui che ha creduto ciecamente nell’esistenza dell’isola che non c’è, si interroga, a 36 anni dall’uscita di quel testo, su se quel luogo di fanciullezza perpetua, di benessere universalmente condiviso, sia qui, sulle nostre coste, in questa Europa che alcuni sognano e altri rifiutano. Propio per noi “privilegiati del sistema occidentale”, Bennato fa suonare la sveglia.

Proprio noi, rassicurati dalle nostre dorate abitudini, dobbiamo essere “pronti a salpare, pronti a salpare”. Perchè, anche se “i tempi sono cambiati, resta il mondo da cambiare. Pronti a salpare!” E’ qui secondo Bennato il segreto non soltanto della felicità ma, cosa ben più importante, della buona musica, del rock vero: nella capacità di essere sempre in moto, sempre disponibili al cambiamento, se non sempre in mare, comunque sempre entusiasti di mollare gli ormeggi e affrontare un avvenire non programmato.

Il mare gran protagonista dell’album, onde che sono marosi e sono vibrazioni sonore e uomini che possono viverle solo lasciandosi trasportare, senza opporsi. E parlando di mare, quale grande cantautore viene alla mente se non un’altro figlio del mediterraneo, anch’egli estremamente sensibile alle tragedie umane, agli ultimi? Pronti a salpare è infatti dedicata a Fabrizio de Andrè, mentre un altro brano dell’album, La calunnia è un venticello, è esplicitamente ispirato alle tragiche vicende che hanno devastato le vite di Enzo Tortora e Mia Martini.

Attenzione quindi non solo all’altro che viene da lontano, alle grandi tragedie umane universali, ma anche ai profondi dolori di chi ci sta accanto. In quest’ultimo brano, non è solo il titolo, ripreso da una delle arie più famose del Barbiere di Siviglia, a portare alla mente Giochino Rossini e l’opera italiana: questa traccia (e in realtà tutto il disco) è pervasa dalle suggestioni musicali del compositore ottocentesco e dalla sua ritmica brillante e frenetica.

edoardo bennato chiasso

Comunque non solo testi di ispirazione umanitaria il 20 ottobre a Chiasso, ma anche scorci di vita del cantante, brani ispirati all’infanzia napoletana, all’amore. Dal micro al macro e ritorno, in continuo vorticare, per questo autore capace di portare gli spettatori dentro le vicende più dolorose della terra con ritmi tonici, energici, tutti da ballare.

E poi dicono che questa unione non la sappiamo fare, che a scrivere e suonare così son bravi solo gli americani…

Manuela Lozza

 

 

CINE TEATRO DI CHIASSO

Giovedì 20 ottobre 2016, ore 20.30
Edoardo Bennato in concerto
Pronti a salpare!
Edoardo Bennato chitarra, tamburello, kazoo
Gennaro Porcelli chitarre
Giuseppe Scarpato chitarre
Raffaele Lopez tastiere
Lorenzo Patrix Duenas basso
Roberto Perrone batteria

BIGLIETTI:
Biglietti da chf/euro 25.-
Diritto di prenotazione telefonica Chf/Euro 2.– (a biglietto).
PREVENDITA:
La cassa del Cinema Teatro è aperta al pubblico per informazioni, prenotazioni, acquisto biglietti e abbonamenti da martedì a sabato dalle ore 17.00 alle 19.30.
Questo servizio è anche disponibile telefonicamente negli stessi orari: 0041 91 6950916 o cassa.teatro@chiasso.ch.

I biglietti sono acquistabili anche sul sito www.teatri.ch.

Cinema Teatro di Chiasso, Via D. Alighieri 3b, 6830 Chiasso
www.centroculturalechiasso.ch