CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Chirurgia vascolare: al Grumello oltre 100 specialisti

Più informazioni su

Centoventi tra chirurghi vascolari, nefrologi e radiologi interventisti provenienti da tutta Italia si sono ritrovati a Villa del Grumello,  gli scorsi 22 e 23 settembre per la quarta edizione di “Insubria Diva – Dissezione, accesso Vascolare, Aorta e arterie periferiche”.

Insubria Diva, nasce sotto l’egida del programma Summer School dell’Università degli Studi dell’Insubria e con il sostegno della Fondazione Alessandro Volta, ed è punto di riferimento per la discussione di argomenti di interesse chirurgico vascolare per specializzandi e giovani chirurghi. I relatori nella stragrande maggioranza sono arrivati da poli ospedalieri e universitari di tutta l’Italia e «abbiamo avuto il privilegio di ospitare David Kingsmore chirurgo vascolare di Glasgow di fama mondiale per quanto riguarda il confezionamento degli accessi vascolari per emodialisi» commenta il Prof. Matteo Tozzi, organizzatore del simposio. «L’accesso vascolare per l’emodialisi è un tema di grande attualità in questo momento storico, per il crescente numero di trattamenti che si impone nella popolazione dei pazienti emodializzati, e necessita di essere trattato da un team multidisciplinare come nefrologi, chirurghi vascolari e radiologi interventisti» continua Tozzi. Tra gli altri temi trattati: la patologia aneurismatica dell’ aorta toracoaddominale e della patologia delle arterie carotidi e viscerali (temi più propriamente di interesse chirurgico vascolare).

«Quest’anno abbiamo avuto manichini di ultima generazione, che hanno un avanzato sistema tecnologico per mimare condizioni simili alla realtà, e ci hanno permesso di eseguire oltre 30 corsi di chirurgia vascolare open ai nostri specializzandi e a giovani chirurghi» conclude il Prof. MatteoTozzi.

L’appuntamento è già fissato per il 2017, quando a Insubria Diva saranno trattati nuovi topics e ci sarà ancora maggiore spazio per corsi pratici con simulatori per la chirurgia open ed endovascolare.

Più informazioni su