CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tessere i sogni: al via sabato la 26^ edizione di Miniartextil. foto

Il primo ottobre torna una delle rassegne d’arte più longeve del territorio: Miniartextil. La manifestazione di fiber art è giunta alla 26^ edizione ed è pronta a presentare le sue proposte ai sempre numerosi visitatori. Anche quest’anno due le sedi espositive: la Ex Chiesa di San Francesco a Como e Villa Bernasconi a Cernobbio.  Tra le installazioni più attese senza dubbio “Tape”, realizzata dal collettivo Numen for Use utilizzando oltre 25.000 metri di scotch. Per la prima volta i visitatori saranno invitati ad interagire con l’opera e viverla intensamente entrandoci e toccandola.

Tema di questa edizione “Tessere i sogni – to weave dreams”, non solo come rimando all’intrecciare i fili del telaio, ma anche a idee, fantasie e tutto ciò che si incontra nella vita di tutti i giorni.  Le opere selezionate dalla giuria artistica per quanto riguarda i minitessili e dall’associazione Arte&Arte (sotto lo staff al completo con l’assessore Cavadini), e dal curatore Luciano Caramel, per le grandi installazioni, coinvolgeranno le due sedi espositive.

miniartextil 2016

Nella Ex Chiesa di San Francesco vengono presentate al pubblico 13 installazioni internazionali.  In occasione dell’inaugurazione della mostra (dalle 15 alle 19.30) inoltre saranno gli attori coordinati dall’artista performer Thomas De Falco, recentemente in scena con una performance all’Ara Pacis di Roma, ad accogliere e coinvolgere il pubblico nella Ex Chiesa di San Francesco e nella vicina San Pietro in Atrio.  De Falco realizzerà nelal sede principale di Miniartextil un’installazione tessile che vede come protagonisti tre modelli collegati nelle loro intimità da filamenti di wrapping di colore bianco, con un unico particolare rosso che invadono tutto lo spazio della cappella.

Miniartextil presenta, come ogni anno, anche 54 opere di piccolo formato, i MINITESSILI, testimoni della internazionalità della manifestazione. Quest’anno infatti per la 26° edizione dedicata a TESSERE SOGNI, sono ben 22 le nazione rappresentate nelle 54 opere selezionate dalla giuria artistica tra 315 adesioni al bando di concorso. Dagli Stati Uniti, Messico, Argentina, passando per il Giappone e giungendo in Europa con Slovacchia, Polonia, Olanda, Francia, Spagna, Finlandia, Ungheria, Germania, Svizzera e Italia.

miniartextil 2016

Tra i minitessili in mostra anche i vincitori del Premio Ratti e del Premio Arte&Arte. Per il Premio in memoria del Cavaliere Antonio Ratti è stato selezionato il lavoro dell’artista lettone Biruté Kaupaité Dominaité, Do not steal my dreams, con la seguente motivazione: con estrema e raffinata semplicità l’opera esalta la funzione e la leggerezza del filo sino a dar vita al sogno. Il Premio dell’Associazione Arte&Arte, invece, è stato assegnato all’opera che dà forma poetica e ironica a un sogno di liberazione e a un viaggio nel silenzio, En Silencio appunto, dell’artista spagnola Maria Munoz Torregrosa.

miniartextil 2016

A Villa Bernasconi di Cernobbio, invece, trionfa il colore con l’artista americana Crystal Wagner che lavora con materiali che si incontrano normalmente nella vita quotidiana e porge una particolare attenzione alle relazioni tra le persone e l’ambiente in cui vive: le sue opere creano una giustapposizione tra paesaggi esotici disseminati sul pianeta e paesaggi moderni e tecnologici creati dall’uomo. Con le sue installazioni intende evocare uno stupore provocatorio che spinga gli esseri umani a distaccarsi dalle loro creazioni e a guardare oltre per avvicinarsi maggiormente al mondo in cui vivono.

miniartextil 2016

Il primo ottobre l’apertura della mostra alle 17 presso lo Spazio Ratti (Ex Chiesa di San Francesco).  Un servizio navetta porterà poi i visitatori presso Villa Bernasconi per l’inaugurazione alle 19. Sempre il primo ottobre, dalle 15 alle 19.30,  nella Ex Chiesa di San Pietro in Atrio in centro città murata,  si svolgerà la performance di Thomas De Falco  TDF. Si tratta di un’installazione corale con 33 uomini e donne collegati da filamenti che creeranno un’esplosione di intrecci.

L’associazione Arte&Arte, organizzatrice della 26° Miniartextil, affiancherà a tutto il periodo della mostra una serie di visite guidate ed eventi collaterali rivolti anche alle scuole. Paola Re e Chiara Anzani ci presentano “To weave dreams – Tessere sogni”

 

INFORMAZIONI

MINIARTEXTIL – TO WEAVE DREAMS
1° ottobre – 20 novembre 2016

ORARI
Da martedì a domenica 11 – 19
Lunedì chiuso – Aperta martedì 1° novembre

INGRESSO
Ingresso intero 7 €
Ingresso ridotto 5 €
– over 65
– studenti fino 18 anni
– accompagnatori disabili
– gruppi superiori alle 15 persone

www.miniartextil.it