CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lega Nord contro l’assessore Magatti:”Parla a vanvera sui migranti…” foto video

La segretaria cittadina lo attacca per le sue parole sui progetti di educazione:"Nulla di programmato, questo è un ghetto disastroso e preoccupante".

“Parla senza sapere cosa dice….”. Alessandra Locatelli, segretario cittadino della Lega Nord, è severa con l’assessore ai servizi sociali di Como Bruno Magatti. Lo fa con una nota scritta arrivata in redazione in queste ore di primo, sia pure soft, sgombero della stazione dai migranti che l’avevano occupata da ormai mesi. Ecco le sue parole e le accuse a Magatti, andato personalmente a vedere la nuova struttura allestita in via Regina da parte di Comune e Prefettura.

Migranti in coda per entrare a mangiare a San Rocco

“Dopo settimane di costante presenza della Lega Nord alla stazione San Giovanni, un primo passo per ripristinare e riportare legalità in quella zona. Purtroppo il problema dei clandestini viene semplicemente spostato e ghettizzato. Sindaco e Prefetto hanno ideato il campo per clandestini di via Regina al fine di rinchiudere il problema in una zona già abbastanza abbandonata e isolata. Riteniamo che Governo e Giunta di Como abbiano condotto la nostra città alla disperazione. Il campo di via Regina riprodurrà esattamente lo stesso degrado della stazione e a farne le spese per primi saranno i residenti della zona e tutti i cittadini.

Ho visto personalmente l’assessore Magatti uscire dal ghetto; l’ho sentito parlare di percorsi di approssimazione e poi di progetti di educazione, e non nego di essermi vergognata per lui. Non c’è nulla di programmato e di educativo in un disastro come questo se non gli interessi di chi guadagna appalti per la gestione o per servizi che hanno a che vedere con i clandestini.
Ribadisco che la Lega Nord è a completa disposizione e continuerà a lavorare per i cittadini controllando e vigilando su quanto accadrà nei prossimi giorni”.