CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cantù: terminato il trasloco del ps dopo gli allagamenti

Più informazioni su

Trasloco terminato per il pronto soccorso di Cantù.  Trasferito ieri d’urgenza negli spazi della Cardiologia Servizi a seguito dell’allagamento di alcuni locali. Il trasloco è stato effettuato in poche ore senza interrompere il servizio all’utenza. Durante la prima notte nella sede provvisoria sono arrivati una quindicina di pazienti. Ora il 118 ricomincerà a inviare i pazienti in ambulanza.

Da segnalare anche che negli spazi dedicati ai codici minori non si sono verificati problemi, mentre la radiologia del Pronto Soccorso è stata temporaneamente chiusa. Non si è verificato nessun danno alle apparecchiature, ma i pazienti che devono essere sottoposti a esami come le radiografie vengono accettati nelle sale radiologiche del piano interrato dove poi si effettuano le indagini. E’ stata modificata anche in parte la turnistica degli Operatori Socio Sanitari della Radiologia in modo che un OSS sarà sempre presente nel turno pomeridiano per facilitare il percorso dei pazienti sino a quando il problema non verrà risolto.

Lo spostamento del reparto canturino ha avuto una ricaduta sul Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, che ieri ha seguito 193 pazienti e dalla mezzanotte di oggi alle 14 ne aveva già totalizzati 133. “Il Pronto Soccorso di via Ravona, non nuovo a giornate di sovraffollamento – spiegano dalla Asst Lariana – ha gestito la criticità grazie all’impegno e alla professionalità dei suoi operatori che la Direzione ringrazia per il lavoro svolto e la costante attenzione ai pazienti”. Inoltre, con la riapertura, ieri, dei 10 posti letto per pazienti subacuti, possibile a seguito dell’arrivo degli infermieri di una cooperativa ingaggiata per far fronte temporaneamente alla carenza d’organico, è stato possibile velocizzare il turn over dimissioni-ricoveri consentendo al Pronto Soccorso di avere un maggior numero di posti letto a disposizione.

Per quanto riguarda il rientro del Pronto Soccorso di Cantù nei suoi spazi, la direzione ipotizza che questo avverrà entro i primi di dicembre. In questo modo, nel cantiere per la realizzazione delle sale operatorie, sovrastante il reparto, si potrà terminare la prima tranche di lavori che prevedono la realizzazione dei pilastri che serviranno a sorreggere il tetto di copertura del nuovo blocco operatorio. Inoltre, è allo studio l’ipotesi di realizzare alcuni piccoli interventi migliorativi per il Pronto Soccorso difficilmente effettuabili per la presenza 24 ore su 24 di operatori e pazienti.

Infine, già oggi gli ambulatori della Cardiologia Servizi sono stati spostati all’ultimo piano del Padiglione P, dove c’è l’area di degenza dei subacuti.

Più informazioni su