CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

A Lariofiere le olimpiadi del soccorso con “volontari senza frontiere”

Dalla cardio staffetta al calcio balilla, dal lancio nel collare al tiro alla fune. Conto alla rovescia  per “Volontari senza frontiere”, la manifestazione che domenica 18 settembre a Erba, a Lariofiere,  riunirà oltre 500 volontari del soccorso sanitario delle province di Como, Varese e Lecco. L’iniziativa rientra nell’ambito delle celebrazioni organizzate per il trentennale del servizio di Elisoccorso di Como, attivato il 2 agosto del 1986.

Quaranta le associazioni iscritte che, insieme a una squadra della SOREU dei Laghi – 118 (la Sala Operativa  Regionale Emergenza Urgenza con sede a Villa Guardia) e a una di AREU, l’Azienda Regionale dell’Emergenza-Urgenza,  si affronteranno dalle 9.30 alle 17.30 in dieci prove ludico-sanitarie dando vita a un’originale olimpiade del soccorso.
Nel dettaglio, i team si sfideranno in gare quali, ad esempio, top-spin (trasporto di tavola spinale con pallina da ping pong appoggiata sopra), cardio staffetta (trasporto di un concorrente su sedia cardiopatica con padella piena d’acqua), ping stecco pong (ping pong con steccobenda) e discipline più tradizionali come calcetto balilla e tiro alla fune.

Durante tutta la giornata ci saranno animazione e musica con la presenza di un DJ. Alle 17.30 è prevista la premiazione delle squadre vincitrici con materiali e attrezzature di utilità associativa nonchè del volontario (uomo e donna) più giovane e più anziano partecipante.
Sarà inoltre possibile, nelle pause di gioco, intrattenersi nell’area esterna dove ci saranno diverse attività di soccorso tecnico rese possibili grazie alla collaborazione con varie istituzioni.
E’ prevista anche l’installazione di un “Wall of fame”, una parete sulla quale i volontari potranno attaccare post-it con un loro pensiero, un ricordo, un augurio all’Elisoccorso nella ricorrenza del trentennale.

“Questa iniziativa – sottolinea Mario Landriscina, direttore della Macroarea dei Laghi 118 – rappresenta un’importante occasione di aggregazione con il mondo del soccorso sanitario e con i volontari che giorno e notte sono a fianco del 118. Sono donne e uomini che dedicano il loro tempo libero per soccorrere persone malate o traumatizzate con grande altruismo, sensibilità  e spirito di servizio che desideriamo ringraziare per il loro impegno quotidiano in particolare in occasione del trentennale dell’Elisoccorso di Como, un traguardo per il sistema di emergenza-urgenza del territorio e un momento da condividere con tutti gli attori che, per la parte di competenza, hanno profuso in questi anni tante energie al servizio della cittadinanza.
La giornata – prosegue – ha come obiettivi condividere, conoscersi, coltivare interessi comuni per mantenere un livello di entusiasmo e di motivazione adeguati al tipo di attività. Si tratta di un’iniziativa un pochino fuori dagli schemi, visto che di solito ci ritroviamo per corsi di formazione o aggiornamento, pensata per fraternizzare e, indipendentemente dalla divisa diversa che ognuno indossa e onora ogni giorno, per consolidare la necessità di stare tutti dalla stessa parte, come del resto succede ogni giorno sulle nostre strade e nelle nostre case. Un ringraziamento di cuore va alle associazioni e ai volontari che hanno aderito così numerosi e a tutti coloro che si sono occupati dell’organizzazione dell’evento”.