CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Gerasimenko nella bufera, rassicurazione per i tifosi:”Nessuna ripercussione” foto

Il vice-presidente Mauri spiega la vicenda della condanna in Russia:"Dimitry è qui e si sta impegnando per una squadra all'altezza della nostra tradizione". Anche la moglie lo difende.

Nel clou della bufera giudiziaria che ha investito il patron Gerasimenko, con possibile richiesta di arresto in Russia secondo alcuni giornali, il Vice Presidente della Pallacanestro Cantù, Andrea Mauri, commenta e rassicura i tifosi di Cantù:”Si tratta di una vicenda che nasce nel maggio 2015 e che riguarda fatti compresi tra il 2007 e il 2009 quando Dmitry non possedeva l’acciaieria Red October. Queste vicende non hanno mai avuto nessuna ripercussione sulla Pallacanestro Cantù. Anche in questi giorni Dmitry è qui e sta lavorando per completare il roster della squadra in vista dell’inizio della stagione. Continueremo ad impegnarci al massimo per poter far nascere la nuova formazione e per dare continuità al progetto di ristrutturazione del Pianella. I nostri tifosi e i nostri sponsor meritano infatti il meglio”.

stretta di mano bizzozero gerasimenko

Anche la moglie Irina (foto sopra) difende in queste ore il marito Dimitry dalle accuse: in una intervista al quotidiano “La Provincia” parla apertamente di notizie ad arte messe in giro per destabilizzare il club ed i dirigenti brianzoli. “Rassicuro i tifosi che non ci saranno ripercussioni” dice la Lady di Cantù, impegnata in prima persona nella gestione del club e delle sue attività commerciali.