CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Profughi bambini alla frontiera: provano a passare più volte al giorno! foto video

La conferma arriva da una consigliera nazionale svizzera ed è riportata dal settimanale "Il Caffè". Solo ieri a Como momenti di tensione per una voce infodata. Resta lo stop in dogana

Decine di profughi bambini respinti dalle guardie di confine a Chiasso, più volte al giorno. Ne dà notizia il settimanale ticinese “Il Caffé”, riferendo di una conversazione avuta direttamente con Cesla Amarelle, consigliera nazionale socialista. Quest’ultima conferma l’intenzione di chiedere al Governo di Berna di spedire a Chiasso medici e sopratutto traduttori per assistere questi ragazzi, spesso non accompagnati

“Le guardie di confine non hanno il tempo per decidere il futuro di questi disperati” spiega ancora la consigliera. “Chi arriva alla frontiera in stato di bisogno non può essere ricacciato così”. A suo giudizio, infatti, si potrebbe trattare comunque di una «violazione dell’articolo 18 della LAsi” anche se non presenta una richiesta di asilo politico.

Resta il fatto inquietante che questi baby-migranti, disperati e con il desiderio di passare il confine, le stanno provando davvero tutte per superare la barriera alzata da Svizzera, polizia e guardie di confine. Solo ieri a Como in tanti dei migranti hanno provato a salire su un treno diretto a Chiasso senza biglietti: si era sparsa tra di loro la voce – risultata infodanata – che la Svizzera aveva aperto una corsia per farli passare