CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La spunta Gerasimenko e Rimas Kurtinaitis è il nuovo coach di Cantù foto

Il patron della formazione brianzola strappa il si all'esperto tecnico: palmares di spessore da coach e giocatore. Ora attesi anche i primi rinforzi, tifosi contenti.

Un grande nome del basket europeo guiderà la Pallacanestro Cantù per le prossime due stagioni. Il lituano Rimas Kurtinaitis è stato infatti scelto come nuovo coach della formazione bianco- blu. Alla fine, dopo una lunga battaglia anche psicologica, ha avuto ragione coach Gerasimenko che ha sepre considerato il tecnico come prima scelta per la nuova formazione anche se lui era legato ad un altro club, il Khimki di Mosca. Per lui contratto biennale.

rimas kurtinaitis coach cantù

Kurtinaitis, nato a Kaunas il 15 maggio del 1960, ha allenato nelle ultime cinque annate il Khimki Moscow Region vincendo due Eurocup (2011- 2012 e 2014- 2015) e una VTB League (2010- 2011) competizione di cui è stato nominato miglior allenatore nella stagione 2013- 2014. Proprio alla guida della compagine russa il coach lituano ha affrontato in due occasioni la Pallacanestro Cantù, nella Regular Season di Eurolega nel 2012- 2013 e nella Last 32 di Eurocup nel 2014- 2015, ottenendo in entrambi i casi un successo in casa e una sconfitta in trasferta.

Prima di iniziare ad allenare Kurtinaitis è stato un giocatore di assoluto livello nel basket europeo negli anni ’80 e ’90. Con la maglia dello Zalgiris Kaunas, indossata consecutivamente dal 1983 al 1989, l’allora guardia ha infatti conquistato per tre volte il titolo sovietico (nel 1985, 1986 e 1987). Dopo l’esperienza ad Hagen, in Germania, il lituano è passato nel 1993 al Real Madrid vincendo con la compagine spagnola due scudetti (1994 e 1995) e un EuroClub (1995). Kurtinatis ha inoltre giocato sia con la Nazionale Sovietica sia con quella Lituana partecipando a tre Olimpiadi, tutte concluse con una medaglia (oro con l’Urss a Seul nel 1988, bronzo con la Lituania nel 1992 e nel 1996), a un Campionato Mondiale nel 1986 (terminato al secondo posto) a quattro campionati europei, anch’essi tutti chiusi con una medaglia (oro con l’Urss nel 1985, argento sempre con l’Unione Sovietica nel 1987 e con la Lituania nel 1995, bronzo con l’Unione Sovietica nel 1989).

Ora con il suo arrivo si apre anche la nuova fase di mercato. Tifosi soddisfatto di un nome di prestigio, ma adesso occorre anche vedere come si muoverà Cantù sul mercato. Finor asotto contratto solo JJ Johnson e Geni Lawal.