CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lega in via Borgovico:”Via i finti profughi”. Rifondazione:”Vergognosi…” foto

Il parlamentare Molteni usa parole di fuoco contro Alfano e chi gestisce la struttura di via Borgovico. Gli "avversari" politici:"Ma perchè non dite niente dei vostri esasori fiscali ?"

La Lega Nord protesta e scende in strada a Como. In via Borgovico questa mattina presidio dei militati comaschi capeggiati dalla segretaria cittadina Alessandra Locatelli:”Siamo qui per chiedere la chiusura di questa struttura – la ex caserma dei carabinieri – che ospita finti profughi – ha spiegato la Locatelli -. Qui due pesi e due misure: niente ai comaschi, tutto a loro”.

Interventi anche del consigliere comunale Ajani e di quelli provinciale Rusconi:”Ora diremo ai nostri concittadini – ha spiegato – di andare a Lampedusa sui barconi e di farsi dare lo status di rifugiati anche a loro. Così potranno avere almeno 38 euro al giorno…”. Poi a chiudere il consigliere regionale Dario Bianchi ed il parlamentare Nicola Molteni che ha avuto parole pesantissime per la situazione che si è creata:”Ho presentato una interrogazione al Ministro Alfano – ha detto – perchè questo centro di via Borgovico venga chiuso subito e venga revocata la convenzione a chi lo gestisce. E’ immorale…”.

A stretto giro di posta elettrnica, in redazione è arrivata anche la mail di Rifondazione Comunista sezione di Como. Ecco la loro posizione sulla protesta leghista di stamane

Apprendiamo con estrema indignazione che questa mattina in via Borgovico a Como la Lega ha organizzato un gazebo per protestare contro la presenza di alcuni migranti nell’edificio dell’ex caserma dei Carabinieri.

Siamo stanchi di sentire le solite bufale sul denaro dato agli immigrati “togliendolo agli italiani”: i famigerati 38 euro al giorno sono dati agli enti gestiti da italiani che sfruttano la disperazione di chi scappa da guerre per arricchirsi e fare affari. Questo stesso messaggio è stato per anni causa di guerra tra poveri fino ad arrivare agli episodi drammatici come quello di Fermo, in cui un richiedente asilo è stato brutalmente assassinato da un fascista per il solo fatto di aver difeso sua moglie da insulti razzisti.

 

Ci viene da chiedere perché la Lega, tanto puntigliosa nei confronti degli immigrati – che non fanno alto che esercitare un diritto sancito da un Trattato internazionale – non ha lo stesso atteggiamento verso gli evasori fiscali e contro gli episodi di corruzione di cui si sono macchiati i suoi massimi esponenti.

 

 

Stefano Rognoni – Segretario del Circolo PRC Città di Como
Fabrizio Baggi – Segreteria Provinciale PRC Como