CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Mariano: “Il paese dei raccontatori” chiude con dedica a Shakesperare

Più informazioni su

Con questo week end si chiude la diciassettesima edizione del Festival della narrazione di Mariano Comense nel programma estivo di “Villa Sormani e dintorni”. Ormai “Il paese dei raccontatori”  è diventata un’occasione teatrale importante non solo per la nostra regione, ma anche in campo nazionale, capace di ospitare quello che c’è di meglio nel settore, in Italia.
Quest’anno William Shakespeare non poteva mancare per l’anniversario dei 400 anni della morte. Il Bardo verrà ricordato con una particolare versione del Macbeth, recitato tra pentole e fornelli dal regista e attore lecchese, Luca Radaelli e con i burattini di Dario Tognocchi in uno spettacolo liberamente ispirato a “La Tempesta”.

festival narrazione mariano comense

Macbeth banquet che verrà rappresentato questa sera, venerd’, è una singolare e originale rilettura di una tra le tragedie più cupe e sanguinarie di Shakespeare, di cui quest’anno ricorre il quarto centenario della morte. Ideato ed interpretato da Luca Radaelli , accompagnato dalla chitarra di Maurizio Aliffi, è un banchetto “casalingo” per un assassinio perpetrato tutto in famiglia, in cui le ambizioni del protagonista svaniranno in una nuvola di vapore.

Sarà un cuoco stralunato, una sorta di clown bianco, a guidare gli spettatori nelle viscere dell’opera shakespeariana, narrando di ricette oscure e macchinazioni crudeli attraverso l’ausilio degli utensili e del cibo presenti nella sua cucina, interpretando di volta in volta i personaggi principali di questa tragedia dell’ambizione in un rito, quello culinario, che è prima di tutto teatrale.

Tra pentole, vasellame, coltelli e attrezzi da cucina, alludendo alla preparazione del banchetto in cui apparirà il fantasma di Banquo, Luca Radaelli dialoga con la chitarra di Aliffi in una vera e propria rappresentazione musical/culinaria per raccontarci le ferine battaglie, le uccisioni notturne, la foresta di Birnam e ancora le streghe, Macduff, il re Duncan, Lady Macbeth e il futuro re di Scozia secondo una prospettiva originale: saranno tutti davanti a noi, ai fornelli di un intreccio sanguinoso. Una ricetta fallimentare per il destino di una coppia divorata dal desiderio di dominio.

festival narrazione mariano comense

Sabato sera con BOCCHE DI DAMA di e con Angela De Gaetano, si mette da parte Shakespeare per dirigere, con la narratrice in scena, uno sguardo ora lucidamente ironico ora dolente nelle vicende di un’adolescente, Mariuccia, in una cittadina imprecisata del Meridione. Estremamente curato nei dettagli , con un’evocativa colonna sonora mista di percussioni e canzoni popolari, Bocche di Dama è uno spettacolo delicato e insieme estremamente coraggioso. Proprio com’è coraggiosa la quindicenne Mariuccia che sfidando il proprio destino, s’innamora della compagna di scuola Agata e ne è ricambiata. Ma lei, Mariuccia, è figlia di don Leo, strozzino devoto alla religione che vorrebbe far edificare una chiesa a futura memoria della sua superbia. Ed è figlia di Teresa, madre premurosa e regina del focolare che si lascia pestare dal marito senza proferir parola. Di questi ossimori fra violenza del maschio e perfetto governo della casa, le donne del Sud ne sanno fin troppo, quando ai pranzi della domenica si presentavano “pettinate come regine”, ma con l’animo martoriato dalle offese dei consorti.

Angela De Gaetano interpreta una storia nella storia, tesse una trama fitta di rimandi in cui si alternano ilarità e commozione profonda. Uno spaccato di vita che è uno specchio di noi, di una società alla quale sessant’anni non sono bastati per sovvertire i rapporti di forza all’interno delle famiglie e ad abbattere il pregiudizio.

 

Chiude “Il paese dei raccontatori” domenica alle 17 L’ISOLA DELLA TEMPESTA liberamente ispirato a La tempesta di William Shakespeare  di Dario Tognocchi e il Teatro dei burattini di Como

Da secoli si racconta una leggenda a proposito di un Mago che possedeva una potente brocca incantata e che abitava su di un’isola deserta. Egli amministrava il segreto della buona magia con la quale governava le acque e le forze di natura. Al suo fianco la figlia Miranda e due spiriti servitori: Tavà e Calibano.
Una leggenda che ha molte analogie con il celeberrimo testo di Shakespeare intitolato La tempesta.
E come in quello, accade che una notte misteriosa e scura, una nave sconosciuta si avvicini all’isola. Ha vele nere e viaggia senza un solo lume. Il mago comincia a temere che su quella nave ci siano conosciuti nemici che vogliono impossessarsi della sua brocca incantata…

La storia narrata in questo spettacolo, avventurosa e poetica, oltre che molto divertente, affronta con delicatezza il tema dell’amicizia e della verità.
Una spettacolo ricco di avventure che si dipanano in luoghi fantastici: grotte, foreste, persino fondali lacustri.
A renderlo vivo la forza epica ed evocativa dei burattini di legno.

 

> MACBETH BANQUET
Venerdì 8 Luglio, ore 21.30
Villa Sormani
LUCA RADAELLI / LECCO
Regia: PAOLA MANFREDI
Produzione: TEATRO INVITO

BOCCHE DI DAMA
Sabato 9 Luglio, ore 21.30
Cascina Mordina
ANGELA DE GAETANO /LECCE

> LA TEMPESTA Con Dario Tognocchi
Domenica 10 Luglio, ore 17.00
Villa Sormani (in in caso di pioggia Salone Galleria)
TEATRO DEI BURATTINI DI COMO

Ingresso Gratuito a tutti gli eventi
Servizio Bar e Ristorazione sempre attivo

Villa Sormani è in Via Palestro 2 Bis a Mariano Comense
INFO: 031757231 o manifestazioni@comune.mariano-comense.co.it
WEB: www.villasormani.it

Più informazioni su