CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Mobilità dei docenti: i più preferiscono la Lombardia

Più informazioni su

Con la riforma della Buona Scuola, firmata dal Ministro Giannini nel 2015, dall’anno accademico 2016-2017 cambieranno radicalmente le regole relative alla mobilità dei docenti. Nello specifico, il comma 73 abolirà definitivamente la mobilità specifica, sostituendola invece con la mobilità territoriale: questo significa che il personale docente, dal prossimo anno scolastico, potrà chiedere di essere spostato non più verso un istituto specifico ma verso un ambito territoriale. 


La riforma della Buona Scuola, a livello burocratico, andrà anche a definire una nuova titolarità del docente: anche in questo caso all’interno di un ambito e non più ad un istituto specifico. Eppure i docenti desiderosi di chiedere un trasferimento con la vecchia legge possono ancora farlo, ma devono sbrigarsi dato che questo sarà l’ultimo anno in cui avranno la possibilità di richiedere il trasferimento in una zona specifica: stando ai dati rilevati da Italia Oggi, sono oltre 160.000 i docenti che hanno già fatto domanda di trasferimento. Le mete più ambite? Le scuole del Nord, in particolare in Lombardia e in Piemonte.


Necessità di trasloco? Ecco alcuni consigli utili


Per chi ha già deciso di sfruttare l’ultima occasione per richiedere un trasferimento di sede, si renderà ovviamente necessario affrontare un trasloco. In questo senso, tale operazione rappresenta indubbiamente motivo di ansie e di difficoltà, che andranno ad aggiungersi alle normali pressioni psicologiche relative al cambio di sede. Il primo consiglio per affrontare al meglio un trasloco è l’accurata scelta dell’imballaggio: da questo punto di vista le scatole di cartone, che potrete
acquistare sul web rivolgendovi agli e-commerce specializzati, rappresentano una soluzione sicura e affidabile. Inoltre, prima di imballare le vostre cose, state sempre molto attenti a ciò che vi tornerà utile e a ciò che, invece, potrete acquistare nella vostra nuova città: una bella pulizia è dunque il modo migliore per traslocare solo gli oggetti che vi serviranno immediatamente.


Informatevi sui servizi e trovate un alloggio consono


Una delle priorità del trasloco è informarsi assolutamente sui servizi reperibili nella zona che avete scelto, come ad esempio le farmacia e i supermercati, e optare per una casa che sia il più vicino possibile alla vostra nuova scuola: in questo modo potrete raggiungerla senza difficoltà e senza perdere minuti preziosi. Infine, informatevi su Internet per trovare una casa che rientri nel budget previsto.


Ulteriori informazioni sugli scambi di cattedra


C’è chi va e c’è chi torna indietro. La nuova legge prevista in merito alla mobilità dei docenti, infatti, andrà parzialmente incontro alle richieste degli insegnanti desiderosi di tornare nella propria provincia di provenienza. La novità sta nel fatto che tale richiesta non sarà necessariamente legata ad un contratto matrimoniale, ma ad una logica solidale che, stando alle previsioni, permetterà a circa il 30% dei richiedenti di fare ritorno nella provincia di provenienza.

Più informazioni su