CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Parola di Gerasimenko:”Via Abass e Zugno, ma faremo una grande squadra” foto

Il presidente ha fatto il punto della situazione stamane. Ambizione di fare una compagine competitiva, ma ha chiesto ancora qualche settimana.

Il Presidente della Pallacanestro Cantù, Dmitry Gerasimenko, ha incontrato stamane la stampa per parlare della situazione attuale della squadra: “Vi ringrazio di essere qui. So che ci sono parecchie voci in giro e ho voluto incontrarvi per rispondere a tutte le vostre domande così da fare un po’ il punto delle cose che sono successe negli ultimi mesi”. Poi Gerasimenko ha affrontato vari argomenti e punti ad iniziare dalle cessioni. Sicuro l’addio ad Abass, destinato a Milano. Parte anche Zugno

“Mi trovo benissimo qui e sono felice che ci sia una città che ama la pallacanestro e che riempie sempre il palazzetto. Nessuna pressione, so che il nostro obiettivo deve essere quello di costruire una squadra forte perché l’anno prossimo giocheremo in un’arena più grande. Per avere maggiore pubblico ci servirà vincere tante partite”.

LE CERTEZZE DEL MERCATO

Vi chiedo – ha aggiunto il presidente – di stare tranquilli e di non preoccuparvi (rivolto ai tifosi ndr) perché la stagione non è terminata da molto. Posso annunciarvi che Abass andrà a Milano perché ci è arrivata la richiesta di uscita dal contratto. Gli auguro le migliori fortune per la sua carriera e spero che quando tornerà da avversario a Cantù il pubblico lo applaudirà perché è un ottimo ragazzo e un prodotto del nostro settore giovanile. Inoltre Zugno non giocherà qui a Cantù perché preferirà compiere un’altra esperienza. In questo senso credo che sia necessario avere un legame, anche regolamentare, più forte con il settore giovanile per evitare che i ragazzi che crescono qui e fanno dei minuti in Serie A scelgano di giocare in un’altra squadra.