CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, dirigenti nei guai: bloccata la delibera per assegnare i super-premi video

Il segretario generale in palese imbarazzo di fronte ai recenti arresti: tutto congelato. Gilardoni e Ferro hanno lo stipendio ridotto della metà.

Imbarazzo. Ecco, il termine giusto è proprio questo. E da questa situazione ecco che, al momento, tutto in comune a Como è stato bloccato, congelato. La delibera per il riconoscimento dei migliori dirigenti di Palazzo Cernezzi – con relativa spartizione di premi in denaro (congrua integrazione dello stipendio base)  – è stata bloccata dal segretario generale. Imbarazzo, come detto, dopo l’arresto di due di loro (Pietro Gilardoni ed Antonio Ferro), sicuramente tra i candidati a portare a casa il premio assegnato annualmente dal Comune.

Imbarazzo ed un briciolo di dignità verrebbe da aggiungere. Fatto sta che, al momento, tutto è fermo. Palazzo Cernezzi a carico di Gilardoni (sempre in carcere) e Ferro ha anche avviato un procedimento disciplinare dopo il oro arresto. Al momento i due risultano sospesi dal servizio con stipendio ridotto della metà. Sul loro eventuale reintegro deciderà la giunta comunale quando si sarà conclusa la vicenda paratie.

Ma dopo il maxi-interrogatorio dell’altro giorno in Procura di Ferro, interrogatori ancora in vista. Lo stesso Ferro deve tornare dal Pm per chiarire altri dettagli, poi sarà la volta degli altri indagati. Gilardoni, come detto, rimane al Bassone. Al Gip, nell’interrogatorio di garanzia, aveva detto di non aver avuto la sensazione di aver agito in modo irregolare